Quantcast

La Fiva della provincia di Imperia al fianco della Regione per sostenere la categoria, Sorgi: «Presto nuovo bando da 4 milioni di euro»

«È chiaro che si tratta di risorse insufficienti a ripagare il danno subito da molte imprese, ma è comunque un segnale concreto di attenzione che merita di essere rimarcato»

Imperia. Il settore dei commercianti ambulanti e fra questi in particolare i cosiddetti “fieristi”, che sono fermi per un anno, è tra i settori economici maggiormente colpiti dalle misure restrittive connesse all’emergenza Coronavirus. La Fiva, Federazione dei Venditori Ambulanti di Confcommercio, si è da tempo attivata, incontrando più volte l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Andrea Benveduti. Che ha dimostrato un concreto impegno a sostegno della categoria.

Spiega Fabrizio Sorgi, presidente Fiva della provincia di Imperia: «La Regione alla fine del 2020 ha messo in atto un sostegno economico a fondo perduto per le micro e piccole imprese colpite dal fermo forzato dell’attività e alleggerito l’accesso al bando da 7 milioni e 700 mila euro dedicato al codice Ateco 56.1 (ristorazione mobile). Dopo questi interventi, abbiamo incontrato l’assessore regionale Benveduti, che ci ha informato di una nuova misura a sostegno della nostra categoria, che andrà ad attingere al Fondo Strategico Regionale. Si tratta di un bando di cui si occuperà la Filse per i codici Ateco 47.8 e sotto codici, iscritti in Camera di Commercio. A disposizione ci saranno 4 milioni di euro, il che dovrebbe significare circa mille euro per impresa. Chi fosse già rientrato nel bando precedente, non potrà rientrare in questo».

Conclude il presidente Sorgi: «Esprimiamo vivo apprezzamento per il lavoro dell’assessore Benveduti e della Regione, che, fra l’altro, ci ha fatto sapere che questo nuovo bando dovrebbe essere disponibile fra un mese. È chiaro che si tratta di risorse insufficienti a ripagare il danno subito da molte imprese, ma è comunque un segnale concreto di attenzione che merita di essere rimarcato».