Nasce a Sanremo l’istituto superiore in mobilità sostenibile, incubatore di start-up franco-italiane

Tra gli obiettivi: lo sviluppo dell'economia e delle politiche attive del lavoro nella Riviera dei Fiori e nella Provenza/Costa Azzurra

Sanremo. E’ stato posto questa mattina dalla giunta comunale il primo passo formale alla nascita dei una nuova scuola superiore specializzante, ovvero di un ente i cui titoli formativi saranno utili per la ricerca di lavoro, soprattutto in campo marittimo. La “prima pietra” è stata posizionata con l’approvazione dell’atto costitutivo di una nuova fondazione denominata: “Istituto tecnico superiore per la mobilità sostenibile Artemisia“. Fondazione che avrà il compito di andare a costruire materialmente il futuro di questa nuova realtà formativa.

Questa scuola tecnica vede tra i soci fondatori Palazzo Bellevue, l’Istituto tecnico Marconi, l’associazione “Le professioni del mare”, l’Università di Genova, il centro di formazione professionale Pastore, la scuola edile e l’azienda Permare. Al progetto potrebbe offrire un supporto ulteriore anche l’università di Nizza.

La finalità dell’istituto sarà quella di promuovere la diffusione della cultura tecnica e scientifica, nonché di sostenere le misure per lo sviluppo dell’economia e le politiche attive del lavoro della Riviera dei Fiori e della Provenza/Costa Azzurra, anche favorendo la creazione d’imprese franto-italiana e di start-up con riguardo allo sviluppo eco-sostenibile in campo turistico e territoriale. Le lezioni andranno a tenersi presso l’istituto Marconi di Imperia e in un altro plesso sanremese, gli stage formative, invece, si svolgeranno all’interno di aziende attive sul territorio, tra le quali spiccano sicuramente i cantieri Permare.

Il patrimonio concesso in dote al nuovo ente sarà formato dai locali messi a disposizione dal Comune matuziano, da elargizioni di enti pubblici e privati e dell’Unione Europea. Il capitale di partenza è stato fissato in 50 mila euro, ripartiti tra i vari soci fondatori.