mercoledì
3
Agosto
sabato
6
Agosto

Rock in the Casbah Sanremo

Evento Terminato

mercoledì
3
Agosto
sabato
6
Agosto
rock in the casbah logo 2022
  • DOVE
  • ORARIO
  • QUANTO
  • CONDIVIDI
Sanremo. Mercoledì 3 agosto, sipario sull’amata rassegna con un primo appuntamento interamente dedicato al cantautore sanremese Amedeo Grisi, compositore e chitarrista molto amato, prematuramente scomparso lo scorso febbraio.
Vari artisti si alterneranno sul palco in quello che vuole essere un doveroso e sincero omaggio ad un autore dal talento unico, ma anche una grande serata musicale, in memoria di un uomo che “fino alla fine” ha saputo combattere ed incarnare con la sua forza l’energia della musica, nonché l’amore per la vita. Tanti sono gli artisti che intervengono: Monia Russo, Marisa Fagnani, Giovanni Tozzi, Alice Grisi, Angela Vicidomini, Alessio Briano, Giulia Pia, Andrea Biancheri, Max Caldarelli, Enzo Cioffi, Raffaele Arieta, Larry Camarda, Berben Band. La resident band è composta da Zack Il Bianco, Mauro Vero, Max Matis, Gianni Martini, Fabrizio Barbera, Steve Foglia.
Giovedì 4 agosto ecco Graziano Romani, noto per aver fondato i Rocking Chairs e per la lunga carriera solista; la sua è stata definita da Paolo Vites come “la miglior voce rock italiana, degna di uno shouter del profondo sud degli States con la pelle nera”. Sul palco ci saranno anche il rapper ponentino Alex Antonov, Gei, e le band I Lupi e The Wavers 51 con il loro progetto dedicato a Bowie, The Cures e alla new wave anni ’80 in generale.
Si va incontro al finale venerdì 5 agosto, con una grande terza serata che ospiterà la proposta originale del cantautore imperiese Eugenio Ripepi, noto per la sua curiosità nella sperimentazione e per la qualità di testi e arrangiamenti; quindi i Claynuts, giovane quartetto di musicisti locali, il punk-rock dei D.D.R., la band sanremese pop rock cantautorale Filodiretto fondata da Tommy e Marco Turchetto, ed infine GiniPaoli, collettivo musicale dalle sonorità contaminate e fortemente attuali che si definisce “un progetto tropical-punk, cantato e suonato in itagnól”.
Ed eccoci giunti a sabato 6 agosto, con un ultimo appuntamento ricco di artisti e novità.
Si apre già alle 19.30 con un aperitivo folk grazie alla band Tanakh new Folk, guidata da Carlo Ormea per raggiungere scenario balcanici e caposelliani. Segue in serata la band 4centesimi guidata da Raffaele Arieta e Cafiero, progetto cantautorale di Luigi Arieta e Diego Pignotti che affonda le proprie radici proprio nel cuore della Pigna e trova nella canzone italiana l’ispirazione per raccontare le piccole ‘rivoluzioni’ nate tra le mura di casa ai tempi del lockdown.
Headliner di questa ventitreesima edizione, Filippo Graziani, figlio del noto cantautore Ivan, degno erede musicale del talento paterno ma non solo che si esibirà proprio con la band guidata dal fratello Tommy, batterista di grande talento. Autore e chitarrista, Filippo, ha diviso il palco con grandi artisti come Renato Zero, Vibrazioni, Morgan, Negramaro, Nicolò Fabi, Max Gazzè; ha vissuto e prodotto per un periodo a New York, suonando nei club del Lower east side e arrivando ad essere head liner nello storico Arlene’s grocery, club che ha visto gli albori di artisti del calibro di Jeff Buckley e Strokes. La sua scrittura è in italiano ma dal sapore folk elettronico del nord degli Stati Uniti; negli anni ha saputo affermarsi con un’ottima produzione conquistando importanti riconoscimenti tra cui la targa Tenco 2014 come miglior disco esordiente.
Di Slavo sarà protagonista dei dj set con la consueta complicità di Simone Parisi alias Radiomandrake che presenterà tutte le serate, coinvolgendo il pubblico di RITC con la sua personale interpretazione di “radio” in diretta.
Le riprese video trasmesse in diretta saranno di Simone Caridi e Simone Sarchi.
Audio-luci a cura di Vibra service.
Il servizio bar, organizzato da Associazione Fare Musica, sarà attivo in tutte le sere della manifestazione.
segnala il tuo evento gratuitamente +