Quantcast
domenica
8
Settembre

A Seborga lo Stabat Mater del Beato Jacopone da Todi

domenica
8
Settembre
Stabat Mater del Beato Jacopone da Todi

Seborga. Domenica 8 settembre alle ore 15.30 sempre presso la chiesa di San Martino a Seborga secondo appuntamento con il Maestro Paolo Paglia che insieme Daniela Pellegrino soprano e Daniele Gatto al pianoforte eseguito lo Stabat Mater del Beato Jacopone da Todi e i pezzi sacri composti dal Maestro Paolo Paglia.

I brani hanno trovato collocazione nel catalogo della prestigiosa casa editrice Notamusic di Udine e la partitura stampata da Armelin di Padova. Lo Stabat Mater è una preghiera – più precisamente una sequenza – cattolica del XIII secolo tradizionalmente attribuita al Beato Jacopone da Todi.

Composta a metà del sec. XIII, probabilmente dal francescano Jacopone da Todi (innumerevoli sono i punti di contatto con certe sue laude in volgare sul tema della Madonna addolorata, prima fra tutte la celeberrima “Donna de paradiso”), fu soppressa insieme a centinaia di altre sequenze dalla riforma post-tridentina del messale romano (1570), e recuperata soltanto nel 1727 da papa Benedetto XIII, per la festa cosiddetta dei “Sette dolori della beata Vergine Maria” il 15 settembre. Ampiamente utilizzata nel medioevo e nell’età moderna per le celebrazioni para-liturgiche delle confraternite, ebbe modo di essere musicata in forme polifoniche e concertanti da molti musicisti, ma la sua veste in canto piano la ebbe soltanto a metà dell’800 a cura di don Fonteine, benedettino di Solesmes, il monastero da cui è partita la riscoperta storica del canto gregoriano nel sec. XIX.

La prima parte della preghiera, che inizia con le parole Stabat Mater dolorósa (“La Madre addolorata stava”) è una meditazione sulle sofferenze di Maria, madre di Gesù, durante la crocifissione e la Passione di Cristo. La seconda parte della preghiera, che inizia con le parole Eia, mater, fons amóris (“Oh, Madre, fonte d’amore”) è una invocazione in cui l’orante chiede a Maria di farlo partecipe del dolore provato da Maria stessa e da Gesù durante la crocifissione e la Passione.

segnala il tuo evento gratuitamente +