Disagi

Sanremo, gli studenti rimangono senza scuolabus

La ditta Cocco Fratarcangeli che si era aggiudicata l'appalto regionale ha dato forfait per mancanza di personale

scuolabus

Sanremo. Nella giornata di ieri, a scuole già iniziate, la ditta Cocco Fratarcangeli ha inviato una nota ufficiale al Comune con cui ha comunicato di non poter
prendere regolare servizio per il trasporto scolastico della Città dei Fiori. Nella comunicazione, la ditta riferisce di non poter iniziare il servizio perché non ha
sufficiente personale per farlo e chiede a Palazzo Bellevue il permesso di iniziare il servizio scuolabus dopo le vacanze di Natale.

Sembra però lampante che l’amministrazione comunale non potrà tollerare un solo giorno di ritardo rispetto alla data del 26 settembre inizialmente concordata. In quest’ottica, subito dopo aver ricevuto la comunicazione dalla ditta Cocco Fratarcangeli, si è tenuto ieri un vertice tra l’assessore ai servizi alla persona Costanza Pireri e il dirigente di settore Massimo Magiarotti, che alla luce dei fatti citati ha scritto a Regione Liguria, l’ente che ha fatto il bando di gara per il servizio scuolabus, per chiedere di non indugiare oltre e procedere immediatamente alla revoca dell’affidamento per manifesta e dichiarata inadempienza, così da consentire al Comune di Sanremo di procedere celermente alla ricerca autonoma di una soluzione alternativa.

«Ci troviamo in una situazione molto delicata che rischia di arrecare gravi disagi alle famiglie, per questo abbiamo scritto subito a Regione per chiedere la revoca del
bando e poter procedere diversamente –  ha spiegato l’assessore Pireri che poi specifica – trattandosi di un servizio pubblico essenziale il dirigente ha giustamente
chiarito che in assenza di riscontro in senso adesivo entro e non oltre il 26 settembre il Comune di Sanremo si riterrà svincolato dalla procedura di gara in oggetto e
libero di provvedere all’affidamento del servizio di trasporto scolastico in danno all’affidatario inadempiente».

commenta