La Fotonotizia di Riviera24

Predatori nell'entroterra

Ancora attacchi dei lupi nella zona di Borgomaro: in meno di un mese uccise tutte le capre di un’allevatrice

Ennesimo attacco nella frazione di San Lazzaro vicino a Borgomaro: situazione sempre più difficile per gli allevatori

Borgomaro. Non si fermano gli attacchi dei lupi nella valle del Maro.

Due giorni fa, a San Lazzaro, il terzo attacco nel giro di un mese durante il quale il predatore ha ucciso tutte e tre le capre della signora Monica Barla che abbiamo contattato telefonicamente.

A nulla sono servite le precauzioni prese per evitare gli attacchi, ci ha raccontato, la stalla è infatti circondata da reti elettrosaldate e recinzioni elettrificate, la notte le capre vengono tenute al riparo al chiuso ma il lupo ha imparato ad attaccare di giorno quando gli animali escono per brucare.

Il primo attacco nella zona è stato la scorsa primavera quando poco distante un lupo o un branco di lupi avevano sbranato diverse pecore di un altro allevatore; poi il 27 agosto la prima predazione ai danni della signora Barla durante la quale è stato ucciso un maschio di una cinquantina di kg del quale i proprietari hanno trovato solo una pozza di sangue; la settimana seguente è stata portata via la seconda capra ed infine mercoledì è stata uccisa l’ultima.

In paese la situazione è diventata oramai decisamente tesa con gli abitanti che temono per l’incolumità dei propri animali domestici che iniziano a tenere chiusi in casa per paura di vederli “sparire”; anche i cani da caccia, ci racconta Monica, non abbaiano più quando passa il lupo per paura di essere attaccati.

Una convivenza sempre più difficile quella tra lupi e abitanti dell’entroterra che da anni denunciano predazioni e attacchi con danni importanti agli allevamenti già in difficoltà per la difficile situazione economica.

commenta