Accertamenti

Imperia, controlli su strutture ricettive abusive e sull’imposta di soggiorno: sanzioni per 10mila euro

Assessore Oneglio: «Garanzia di qualità a tutela del turista e di chi è sempre in regola»

Gianmarco Oneglio

Imperia. Al fine di contrastare gli episodi di irregolarità e garantire una corretta concorrenza tra le strutture ricettive, il Comune di Imperia ha avviato una serie di controlli in merito agli adempimenti sull’imposta di soggiorno.

I controlli, effettuati dalla Polizia Municipale con il supporto dei Settori Servizi Finanziari e Turismo, si sono concentrati in particolare su attività che ospitavano turisti senza essere registrate e sulla correttezza delle dichiarazioni delle presenze con i relativi versamenti.

L’opera di verifica ha portato sinora a 12 sanzioni per oltre 10mila euro di importo, oltre a diversi avvisi di accertamento.

«È un attività che va a tutela di quell’80% di strutture virtuose che risultano perfettamente in regola. C’è quasi un 20% delle oltre 560 strutture registrate che presenta invece irregolarità, più o meno grandi. A loro consiglio di verificare la propria documentazione e di avvisarci se si accorgono di aver commesso qualche errore, prima che intervengano i controlli. C’è poi tutta una parte di sommerso, di strutture abusive e non registrate, più difficile da inviduare ma sulla quale ci stiamo muovendo, con alcuni casi già idenfiticati e sanzionati. Tutto questo va anche a garanzia di qualità per il turista», dichiara l’assessore al Turismo, Gianmarco Oneglio.

Più informazioni
commenta