Il caso

Ventimiglia, la denuncia di una donna: «Molestata da straniero, ora ho paura ad uscire di casa»

Per due giorni l'uomo l'ha importunata e seguita nelle vie del centro cittadino

Riviera24- stazione treni ventimiglia

Ventimiglia. «Sei bellissima, ti sposo e ti porto via con me. Qua non ti vedranno più». «Io sono cattivo… stai attenta». «Voglio sco…..». Sono alcune delle frasi rivolte da uno straniero, sembrerebbe un tunisino, a una donna di 36 anni residente a Ventimiglia, che ha denunciato di essere stata seguita e molestata dall’uomo.

L’incubo per la 36enne è iniziato nel pomeriggio di giovedì 23 giugno, quando lo straniero è entrato nel locale del centro cittadino in cui la donna lavora. «Era ubriaco – racconta lei –  Voleva da bere ma il mio collega lo ha allontanato». Lo straniero, però, ha iniziato a molestare la barista, ammiccandola e rivolgendole frasi che l’hanno infastidita. A quel punto la donna minaccia di chiamare la polizia se l’uomo non si fosse allontanato, e quest’ultimo per tutta risposta, le ride in faccia per poi dire: «Io sono cattivo… stai attenta».

Poteva sembrare un episodio isolato, dovuto magari alla smodata assunzione di alcol, invece a una settimana di distanza, il magrebino è tornato a molestare la 36enne mentre ieri, nel pomeriggio, passeggiava nei pressi della chiesa di Sant’Agostino. «Ero sola, avevo paura – racconta la donna -. Lui era in bicicletta, di nuovo visibilmente ubriaco. Gli ho chiesto di allontanarsi e lasciarmi stare e mi sono rifugiata in un bar». La giovane ha paura, non sa cosa fare e chiede consiglio ad una amica, che sente per telefono. Su consiglio di quest’ultima, la ventimigliese lascia il bar per raggiungere le forze dell’ordine presenti in piazza Cesare Battisti. «Ma quando sono salita per le scale che da via Hanbury portano alla piazza della stazione, mi sono ritrovata davanti quell’uomo». La donna riesce ad evitarlo, correndo via e raggiungendo alcuni militari della Guardia di Finanza, che si mettono immediatamente alla ricerca dello straniero, senza riuscire a trovarlo.

Oggi la 36enne si è recata presso il commissariato di Ventimiglia per sporgere formale denuncia. «Sono terrorizzata – dice – Ho paura ad uscire di casa».

 

Più informazioni
commenta