Calcio

Us Camporosso, Elio Gibelli sarà il preparatore dei portieri della juniores e della prima squadra

Le prime considerazioni dell'allenatore in vista della prossima stagione

Elio Gibelli

Camporosso. Elio Gibelli sarà il preparatore dei portieri della juniores e della prima squadra dell’Unione Sportiva Camporosso per la stagione calcistica 2022-23.

Ecco le sue prime considerazioni:
Mister Gibelli quest’anno allenerà ragazzi più grandi cambierà qualcosa rispetto all’anno scorso?
«Sono contento di questo passaggio con i più grandi e di ritrovare portieri che ho già allenato a Bordighera. Il cambiamento è importante visto che si avrà da fare con giocatori fisicamente strutturati. Cambia anche l’approccio comunicativo visto che sia parla di persone adulte».

Negli ultimi anni i portieri hanno cambiato il modo di giocare, usano anche i piedi, devono avere visione di gioco e lancio quindi è un ruolo più completo, lavorerà su questo?
«Vero, i portiere una volta si dovevano occupare solo della fase di non possesso mentre oggi sono diventati importanti nella fase di costruzione del gioco. Penso che ormai tutti i portieri, chi più chi meno, siano capaci a giocare con i piedi, ma bisogna sempre migliorarsi. Per me la cosa basilare è riuscire a fare capire al portiere le fasi della partita. Devono capire quando sarà conveniente giocare la palla e quando rallentare e far salire la squadra».

Ormai è qualche anno che alleni a Camporosso, l’anno scorso settore giovanile, come hai visto crescere questa società negli ultimi anni?
«Penso che in questi ultimi anni il Camporosso abbia dato un segnale forte per quanto riguarda l’intenzione di crescita. Lo sta dimostrando con i fatti. Una struttura all’avanguardia e anche un staff tecnico che migliora ogni anno. Il merito è tutto della dirigenza, partendo dal presidente Demme al direttore generale Aimone, al responsabile del settore giovanile Scarfò, che non ci fanno mancare nulla e ci supportano in questa crescita».

(Foto da Facebook di Unione Sportiva Camporosso)

commenta