Il caso

Peculato d’uso, vice comandante di Ospedaletti condannata a 8 mesi

Il giudice collegiale ha condannato D'Agostino anche a pagare 2.500 euro di provvisionale al Comune di Ospedaletti

Tribunale imperia

Imperia. Il collegio del tribunale di Imperia, presieduto dal giudice Carlo Indellicati, con a latere Marta Maria Bossi e Eleonora Billeri ha condannato a 8 mesi di reclusione (pena sospesa per condizionale), come richiesto dal pm, Genoveffa “Jenny” D’Agostino, 49 anni, ex vice comandante della polizia locale di Ospedaletti e attuale comandante a Vallecrosia, finita a processo con l’accusata di peculato d’uso per un episodio avvenuto il 26 dicembre 2018 a Sanremo, quando, per raggiungere il nipote, Thomas D’Agostino, fermato dalla polizia provinciale, avrebbe superato di 50 metri circa il confine tra Ospedaletti e Sanremo. A denunciare D’Agostino era stato l’agente di polizia provinciale Giovanni Calvi, che ha presentato la querela soltanto due mesi dopo i fatti: il 28 febbraio 2019.

Il giudice collegiale ha condannato D’Agostino anche a pagare 2.500 euro di provvisionale al Comune di Ospedaletti come risarcimento danni, che potranno poi essere quantificati in sede civile.

«Aspettiamo le motivazioni e poi impugneremo la sentenza», ha dichiarato l’avvocato Bosio uscito dall’aula.

 

 

leggi anche
tribunale imperia
In aula
Vigilessa di Ospedaletti accusata di peculato, ascoltati i testimoni
Tribunale imperia
Discussione
Vigilessa di Ospedaletti accusata di peculato, pm chiede condanna a 8 mesi
commenta