Natura

Oasi del Nervia, una giornata dei volontari tra attivismo e birdwatching

Purtroppo anche ieri si è reso necessario l'intervento dei carabinieri per allontanare le decine di persone che si erano piazzate con teli e ombrelloni sulla spiaggia protetta

Camporosso. Ieri quelli dell’Oasi del Nervia si sono ritrovati per passare insieme alcune ore di scoperta, condivisione e attivismo. Hanno iniziato con la visita dell’Oasi che come al solito ha offerto la possibilità di ammirare animali insoliti e rari. Fra le 28 specie di uccelli visti spiccano un fistione turco, un tuffetto, una nitticora, due Martin pescatori ed i primi gabbiani corallini della stagione. Notevole anche la presenza di almeno 45 folaghe. Questo evidenzia il fatto che il lago dell’oasi rappresenti uno dei pochi luoghi in cui la fauna selvatica può ancora trovare acqua e cibo in questo periodo di siccità.

riviera24 - pulizia oasi nervia

In seguito è stato installato un nuovo cartello che indica con più chiarezza il confine dell’Oasi presso la spiaggia di Ventimiglia ed è stata sradicata un po’ dell’invasiva canna domestica dal nuovo bosco di lecci. Purtroppo anche ieri si è reso necessario l’intervento dei carabinieri per allontanare le decine di persone che si erano piazzate con teli e ombrelloni sulla spiaggia protetta.

riviera24 - pulizia oasi nervia
Più informazioni
commenta