Taglio del nastro

Da Borgo Prino a San Lorenzo al Mare, la nuova ciclabile è realtà. Sindaco Imperia: «Opera d’arte» fotogallery

Già aperto, anche se in modo provvisorio, il tratto di San Lorenzo al Mare: possibile andare fino a Ospedaletti

Imperia. Poco meno di tre chilometri, affacciati sul mare e protetti da mura ottocentesche lungo le quali correva la ferrovia. «E’ un’opera d’arte, un giardino botanico», così il sindaco di Imperia Claudio Scajola ha definito la nuova pista ciclabile che unisce Imperia a Ospedaletti, con il tratto di San Lorenzo al Mare ancora provvisorio (ma percorribile), ormai quasi pronto per essere inaugurato.

Padrino dell’evento, il due volte campione del mondo di ciclismo Gianni Bugno: «Pensavo di inaugurare una pista ciclabile – ha detto – Invece è un’opera d’arte, quindi è un motivo in più per prendere la bicicletta e pedalare. E’ un’opportunità importante per consentire ai ragazzini di andare in bici in sicurezza».

«Oggi è una bella giornata, si apre la ciclabile dopo tanta attesa – ha detto il sindaco – Un’occasione per ricucire il nostro territorio, la nostra Riviera, che deve essere un tutt’uno e lo si può fare guardando un panorama bellissimo. E’ praticamente in questo tratto che apriamo oggi un giardino botanico, perché le essenze sono rimaste quelle spontanee di 150 anni fa, perché la linea ferroviaria bloccava il percorso e quindi nessun umano poteva andare a fare guai».

Un parco botanico, con discese al mare e la torre di Prarola, simbolo della città di Imperia, a fare da protagonista. «Un’occasione per ricucire il rapporto con la gente, dopo due anni e mezzo di pandemia, e si vede dall’accoglienza delle persone, dai più piccoli ai più grandi, quanto ci sia voglia di stare insieme», ha aggiunto Scajola.

Ora si lavora per terminare il tratto verso Diano Marina, al di sotto del quale, annuncia il sindaco «riusciremo a far passare il nuovo tratto dell’acquedotto del Roja: è un tema attuale, siamo senz’acqua, quindi è necessario coniugare le due esigenze, ma sono fiducioso che per Pasqua potremo andare dalla Galeazza fino a Ospedaletti».

Il finanziamento per realizzare l’intera ciclopedonale a Imperia è di 17milioni di euro, a cui l’amministrazione comunale ha aggiunto altre risorse «perché non ci basta avere la pista – ha spiegato Claudio Scajola – Deve essere la più bella, la più gradita, quella maggiormente fruibile, compresa una navetta elettrica che possa aiutare la mobilità nella nostra città».

«L’obiettivo è un’unica pista ciclabile in tutta la Liguria che guardi verso Roma e verso la Francia con la quale abbiamo avuto i primi contatti con i sindaci del comprensorio di Mentone – ha detto l’assessore regionale Marco Scajola – Oggi è una grande giornata per Imperia, ma direi per tutta la Liguria. Come Regione abbiamo fatto la nostra parte nella pianificazione e nel finanziamento di molti tratti di pista ciclabile qui nel Ponente, per un importo di circa 10milioni di euro». Già finanziati dalla Regione il tratto tra Bordighera e Ospedaletti e quello tra Imperia e Diano Marina.

 

commenta