Quantcast
Amministrazione al capolinea

Lega e centrosinistra firmano dimissioni, manca un voto per far cadere l’amministrazione Scullino fotogallery

Otto i consiglieri dimissionari, solo due della Lega

Ventimiglia. I consiglieri della Lega Roberto Nazzari (promotore della crisi), Domenico Calimera e i colleghi di opposizione del centrosinistra tra cui Federica Leuzzi del Pd hanno firmato intorno alle 14,15 le dimissioni dal consiglio comunale davanti al notaio Lucia Serraino in via Repubblica a Ventimiglia. L’era Scullino è destinata a finire.

A non aver ancora firmato è il presidente del consiglio comunale, Andrea Spinosi (Lega), che ha affidato alla propria pagina Facebook un messaggio sibillino: «Come spesso succede nella vita ci sono amori, società, accordi politici che finiscono. Nulla di eccezionale è la vita e come spesso succede le responsabilità stanno da entrambe le parti, l’importante però è sempre tentare un’ultima mediazione e se fallisce eventuali divorzi definitivi si facciano guardandosi bene negli occhi tra chi ha condiviso un cammino».

«E’ una firma in divenire, siamo in dirittura d’arrivo – ha dichiarato Enrico Ioculano (Pd) – Quando sarà il momento decadrà il consiglio e quindi ci saranno tutti gli atti conseguenti». «Abbiamo fatto un passo avanti – ha aggiunto il collega Dem Mimmo De Leo – Non abbiamo firmato alcun patto politico per il futuro o meno, abbiamo solo firmato per la fine di questa amministrazione. Il consiglio da questo momento non dovrebbe più avere il numero legale».

«Per fortuna è la fine di una amministrazione che evidentemente non era unita e non ha avuto la forza di andare avanti e di continuare il suo cammino – ha dichiarato il consigliere Federica Leuzzi (Pd) -. Anche un partito della sua coalizione, la Lega, ha abbandonato. Evidentemente c’erano troppi personalismi».

«E’ l’epilogo naturale di questa amministrazione che dopo anni di litigi ha fatto arrivare tutto a questi punti. Tante battaglie interne alla maggioranza hanno portato a una spaccatura ormai insanabile e questo è l’epilogo che si è prospettato -, ha detto il consigliere Gabriele Sismondini (Lista Civica Ventimiglia Riparte) -. Non è un’unione con la Lega. Noi minoranze siamo sempre state compatte, in questi anni abbiamo votato contro al 90/95 per cento delle pratiche. La Lega ha preso questa decisione forte, è ovvio che le minoranze si sono dovute unire accodare perché tutte le critiche che abbiamo fatto in questi anni hanno trovato un punto di convergenza».

 

 

leggi anche
Massimo Giordanengo
L'annuncio
Crisi politica a Ventimiglia, Giordanengo (Lega): «Firmerò a breve dimissioni»
Andrea Spinosi
La posizione
Crisi politica a Ventimiglia, Spinosi non firma le dimissioni: «Sono un politico, non un carbonaro»
commenta