Quantcast
Fine amministrazione Scullino, Bevilacqua: «Ringrazio gli elettori. Non pensavo a suicidio politico della Lega» - Riviera24
La riflessione

Fine amministrazione Scullino, Bevilacqua: «Ringrazio gli elettori. Non pensavo a suicidio politico della Lega»

«Cosa mi fa male di questa vicenda? Sicuramente i sorrisi di alcuni miei ex colleghi di partito affiancati dai membri della minoranza capitanati dal PD»

Marcello Bevilacqua

Ventimiglia. «Scrivo questo post innanzitutto per ringraziare i 208 elettori che nel 2019 hanno scritto il mio nome sulla scheda elettorale, siete stati fantastici e mi avete dato l’opportunità di intraprendere questa avventura, per tratti molto impegnativa ma anche piena di soddisfazioni. Non è tutto oro quel che luccica, si dice, ed effettivamente è così, perché in tre anni sono state molte le incomprensioni nella maggioranza, tra i vari gruppi e i singoli consiglieri, ma mai avrei pensato che ci fosse un tale suicidio politico da portare il mio ex gruppo politico, la Lega a farsi promotrice della caduta dell’amministratore». A dichiararlo è il consigliere Marcello Bevilacqua, ex capogruppo della Lega in consiglio comunale, e “fuoriuscito” dal Carroccio.

E aggiunge: «Come tutti sapete avevo “abbandonato” la Lega in quanto da troppo tempo le mie idee, le stesse idee che mi avevano portato a candidarmi con loro, erano totalmente diverse sia a livello nazionale che soprattutto a livello locale. Non mi voglio soffermare su ogni singolo argomento di discordia, in quanto i più attenti già conoscono, resto a disposizione di chiunque voglia confrontarsi e conoscere le motivazioni».

«Cosa mi fa male di questa vicenda? – spiega – Sicuramente i sorrisi di alcuni miei ex colleghi di partito affiancati dai membri della minoranza capitanati dal PD e il silenzio più totale dai vertici regionali e non solo del partito, che in un momento passato dal 40% delle Europee al 6% di Genova, dovrebbe interrogarsi se la strada intrapresa sia quella corretta».

«Vorrei ringraziare altresì il nostro sindaco Gaetano Scullino, la giunta, i dirigenti, lo staff e i dipendenti tutti, perché sono stati sempre molto disponibili. Vorrei ringraziare alcuni politici locali di altre forze politiche per la vicinanza espressa nei momenti più difficili, come Marco Scajola, Fabio Perri, Maurizio Morabito e tanti altri – conclude -. Cosa farò nel futuro? Sicuramente il papà ma non lascerò totalmente la politica, valuterò soprattutto con la mia compagna Erika quello che è meglio. Certamente prevarrà sempre la coerenza con le mie idee per il bene comune e mai personale. Per ultimo vorrei dedicare un messaggio di Paulo Coelho ad alcuni haters: “Gli haters sono dei perdenti che fingono di essere dei vincitori».

 

commenta