Quantcast
Il partenariato

Park in piazza Eroi, a giorni la firma del contratto: in autunno i lavori

Per la realizzazione di un parcheggio interrato da 200 posti. Sulla piazza uno "zampillo bis"

rendering parcheggio interrato piazza eroi sanremo

Sanremo. Via libera al progetto definitivo e firma del contratto entro la fine del mese. E’ alle battute finali l’iter amministrativo per la realizzazione di un parcheggio interrato in piazza Eroi. Nei giorni scorsi la giunta Biancheri ha approvato il progetto definitivo dell’opera che prevede la costruzione di un autosilos da 201 posti con piazza in superfice e “zampillo bis”.

L’idea della fontana, ancora da definire nei dettagli, è l’ultima delle modifiche proposte dall’amministrazione comunale che dovrebbe trovare accoglimento nella prossima fase delle conferenze dei servizi. Il partenariato pubblico privato su piazza Eroi era stato aggiudicato circa due mesi fa, con la formula del leasing in costruendo, alla Cooperativa Edile Appennino di Monghidoro (Bologna), in qualità di soggetto realizzatore e manutentore, e da Iccrea BancaImpresa Spa (Roma) quale ente finanziatore.

L’appalto è del valore complessivo di oltre 13 milioni di euro, finanziati da Palazzo Bellevue per complessivi 2 milioni con fondi dell’avanzo vincolato Rai e da rate di 567 mila euro annuali per 20 anni. Il finanziamento delle rate del leasing trova copertura a bilancio attraverso il gettito che lo stesso parcheggio interrato porterà alle casse del municipio, oltre agli introiti che già provengono dagli stalli a raso nell’area del mercato annonario, di recente riorganizzati e presidiati dalle telecamere.

Stando al cronoprogramma dell’ufficio Lavori pubblici, la prima picconata dovrebbe arrivare in autunno, ottobre o novembre al più tardi. Una volta firmato il contratto d’appalto, il Comune conta di avviare e portare a termine le conferenze dei servizi entro fine settembre. In quella sede troveranno spazio le proposte migliorative che riguardano gli aspetti estetici della piazza pubblica in progetto: vedi la fontana, poi le alberature e quindi le strutture esterne che richiameranno al centro storico, dove è prossima a decollare anche la riqualificazione straordinaria della Pigna.

Prima di aprire l’area di cantiere sarà necessario rivedere e approvare un piano dedicato alla sessantina di banchi del mercato bisettimanale che dovranno necessariamente trasferirsi in altra sede per tutto il tempo dei lavori. Un periodo di almeno due anni. Dagli incontri intercorsi tra le categorie dei commercianti e l’assessore ai mercati e alle attività produttive Mauro Menozzi è emersa l’intenzione di riproporre lo schema utilizzato durante l’emergenza Covid, ovvero il trasferimento temporaneo dei banchi sul lungomare Italo Calvino, negli spazi destinati alle strisce blu.

commenta