L'interrogazione

Liguria, Arboscello (Pd): «Sostenere chi consente a persone con gravi disabilità di passare una giornata al mare in sicurezza e serenità»

«Rischiare di disperdere risorse è un rischio che non si può correre»

Disabile generica

Genova. «Speravamo che i 50mila euro che come Partito Democratico avevamo chiesto di destinare alla rete di servizi socio-sanitari e sociali per sostenere gli enti liguri del Terzo settore che gestiscono progetti per l’accoglienza, l’accompagnamento e l’assistenza a mare di persone con disabilità venissero stanziati in modo mirato a chi lavora ogni giorno con chi ha patologie fortemente invalidanti. Questa scelta pareva condivisa da tutte le forze politiche che avevano votato all’unanimità il nostro emendamento. Oggi invece scopriamo che queste risorse sono inserite in un capitolo più ampio di spesa, peraltro con finalità diverse e di più ampio respiro, e il timore è che in questo modo il contributo si disperda e non venga indirizzato a chi veramente ne avrebbe bisogno e offre ogni giorno servizi alle persone con disabilità e in difficoltà», così il consigliere regionale del Partito Democratico Roberto Arboscello dopo la discussione in aula della sua interrogazione sull’impiego delle risorse destinate all’accompagnamento a mare delle persone con disabilità.

«Fornire servizi alle persone con disabilità per permettere loro di accedere alle spiagge e al mare ed essere assistiti durante la loro permanenza è una doverosa battaglia di civiltà. Spiace constatare che la giunta non abbia colto gli obiettivi che quell’importante emendamento si era posto. Inserire un emendamento di 50.000 euro con finalità ben precise in uno stanziamento di oltre un milione significa disperderlo» – conclude Arboscello.

leggi anche
Riviera24- ospedale Borea sanremo
Consiglio regionale
Punto nascite di Sanremo, tutto rinviato al marzo 2023
commenta