Politica

Fratelli d’Italia Sanremo scende in piazza per sostenere tre quesiti del referendum sulla giustizia

Continua inoltre la campagna di tesseramento

Antonino Consiglio

Sanremo. Fratelli d’Italia Sanremo scende in piazza per sostenere tre quesiti del referendum sulla giustizia e per continuare la campagna di tesseramento. L’appuntamento è per sabato 28 maggio dalle 14 alle 19 in via Escoffier presso la statua di Mike Bongiorno.

«Fratelli d’Italia dà il pieno sostegno a tre quesiti su cinque del referendum – spiega il portavoce di Fratelli d’Italia Sanremo Antonino Consiglio – Il partito voterà si per la separazione delle carriere dei magistrati, per l’equa valutazione dei magistrati e per riforma del CSM. Voterà no, invece, per gli altri due quesiti: quello sulle misure cautelari e quello sella legge Severino. La proposta referendaria sulla carcerazione preventiva, al di là delle condivisibili motivazioni, impedirebbe di arrestare spacciatori e delinquenti comuni che vivono dei proventi dei loro crimini, e noi vogliamo fermare la criminalità senza se e senza ma».

«Per quanto riguarda la legge Severino – continua Consiglio – siamo assolutamente convinti che la legge debba essere rivista per alcune sue evidenti storture, ma non siamo d’accordo sulla sua totale abolizione: abolire la Severino significherebbe, infatti, fare un passo indietro nella lotta alla corruzione col rischio, poi, di dare ad alcuni magistrati il potere di scegliere quali politici condannati far ricandidare e quali interdire dai pubblici uffici».

«Inoltre, al gazebo – conclude Consiglio – continua la campagna tesseramento per raccogliere le adesioni di tutti coloro che, apprezzando sempre più le proposte, le idee e la coerenza del nostro partito, vogliono diventarne parte attiva e partecipe».

commenta