Quantcast
Ventimiglia, i Lions organizzano una serata di beneficenza. Tra gli ospiti tanti giovani campioni dello sport - Riviera24
Eccellenze locali

Ventimiglia, i Lions organizzano una serata di beneficenza. Tra gli ospiti tanti giovani campioni dello sport fotogallery

Incontro finalizzato all’istituzione di due borse di studio per giovani diplomati delle scuole superiori in situazione economiche disagiate, al fine di dare un sostegno nella prosecuzione degli studi

Lions

Ventimiglia. Sabato scorso i sei Lions club dell’estremo ponente ligure (Arma e Taggia, Sanremo Host, Sanremo Matutia, Bordighera Host, Bordighera 8 Luoghi, Ventimiglia), sotto la guida della presidente di zona Mimma Espugnato, hanno organizzato una serata di beneficenza finalizzata all’istituzione di due borse di studio per giovani diplomati delle scuole superiori in situazione economiche disagiate, al fine di dare un sostegno nella prosecuzione degli studi.

E proprio i giovani sono stati i testimonial della serata, giovani del territorio che hanno già raggiunto il successo, anche a livello internazionale. La serata, condotta dal noto presentatore Agostino, è cominciata con un collegamento Zoom con la California, dove la bordigotta Alice Bertaina si è trasferita alla Stanford Univerity, dopo una lunga e proficua permanenza al Bambin Gesù di Roma, per studiare il ruolo delle cellule staminali nel trapianto di midollo nei bambini. Successivamente è intervenuto dalle cucine del ristorante parigino di Alain Ducasse il sous chef Alessandro Guardiani, che si è formato all’istituto alberghiero di Arma. Dal Brasile è stata poi la volta del matematico Valeriano Lanza, professore all’Università di Rio de Janeiro. Per un improvviso impegno non si è potuta collegare la campionessa paraolimpica di canoa Amanda Embriaco. Si sono poi collegati Oliviero Troia, campione del ciclismo della squadra UAE Team Emirates, il giovanissimo Diego Rizzi, campione del mondo di petanque e la capitana della nazionale femminile di basket femminile, Martina Bestagno.

«Già dai collegamenti Zoom – dichiara Mimma Espugnato il pubblico ha compreso le potenzialità dei giovani del nostro territorio e l’importanza di sostenere quelli che ancora devono crescere». La manifestazione si è, poi, ulteriormente animata con le giovani eccellenze che hanno potuto rendersi libere da altri impegni e, quindi, essere presenti di persona. Fra queste, la quindicenne campionessa di ciclismo V02 Team Pink, Irma Siri, Davide Soreca, campione nazionale di enduro ed il dottor Gian Maria Leto, imprenditore, che gestisce, esaltandone le potenzialità, villa Nobel. Alcuni, impossibilitati a partecipare, hanno comunque voluto contribuire in maniera concreta.

«Siamo grati a Fabio Fognini – affermano i soci del Lions Club Arma e Taggia – nostro concittadino, per aver messo a disposizione la sua divisa firmata ed altri gadget che hanno permesso di accrescere i fondi da destinare alle borse di studio». Ma il tennista non è stato il solo a donare per la causa: anche il suo collega Gianluca Mager, Oliviero Troia, Davide Soreca e Martina Bestagno hanno offerto con grande slancio oggetti da collezione molto apprezzati dagli appassionati di sport.

Come tutte le manifestazioni di successo, anche questa si è conclusa con uno spettacolo d’eccezione: per prima l’esibizione della soprano Claudia Sasso, accompagnata dal M° Antonio Puntillo al pianoforte e dal M° Marco Orazio Vallone, all’oboe. «È stata un’esibizione memorabile – conferma il primo vicegovernatore Claudio Sabattini da far gelare il sangue nelle vene».

Infine, l’esibizione degli “Urban Theory”: un gruppo di giovani vallecrosini e camporossini che, dopo lunghi e faticosi allenamenti, partendo da Italia’s Got Talents, hanno scalato le classifiche mondiali dello spettacolo, fino a giungere ad esibirsi in trasmissioni in mondovisione.

«Devo ringraziare tutta la squadra che ha permesso di realizzare questo evento a cui hanno partecipato centoventi persone, fra non soci Lions e Lions – conclude Mimma Espugnato, – la loro generosità ci ha permesso di raggiungere l’obiettivo, così come il patrocinio della casa farmaceutica Mastelli di Sanremo. Devo anche ringraziare di cuore tutti i Club della zona per aver partecipato, ed il comparto tecnico, costituito da Roberto Pecchinino, Davide Tacchi e Luigi Amorosa, che hanno garantito i collegamenti zoom e la gestione audio video. Devo anche ringraziare tutta la squadra che si è data da fare ed i vari “ganci” che mi hanno permesso di contattare questi giovani ormai lanciati verso un futuro sicuramente radioso; anzi è proprio a loro che devo il più grande ringraziamento per aver voluto partecipare con grande entusiasmo, spontaneità e generosità».

commenta