Quantcast
Sanremo Like Swim sul podio alle finali dei campionati regionali di categoria in vasca corta - Riviera24
Nuoto

Sanremo Like Swim sul podio alle finali dei campionati regionali di categoria in vasca corta

Dei sette atleti portati alla ribalta nel genovese due sono riusciti a salire sul terzo gradino

Sanremo. L’onda lunga dei successi della “Sanremo Like Swim” non s’è arrestata nemmeno alla “Sciorba”, dove lo scorso fine settimana si sono tenute le finali dei campionati regionali di categoria in vasca corta. Dei sette atleti portati alla ribalta nel genovese, infatti, due sono riusciti a salire sul terzo gradino del podio: si tratta di Alessio Tealdi, classe 2005, che nei 200 rana non solo è andato a medaglia, ma ha fatto segnare anche il suo “personal best” con 2’28”69, e di Renzo Bedin, del 2007, che nei 50 stile libero ha limato il suo miglior crono precedente con un ottimo 26”85.

Da segnalare anche il piazzamento di Riccardo Giraudo (2008), a mezzo secondo dal bronzo nella finale dei 100 dorso col tempo di 1’06”93 e, più in generale, tutte le prove fornite dai giovani nuotatori ponentini. Citiamo, ad esempio, Daniela Martini (2006), capace di piazzarsi quinta nei 50 stile libero (29”03) e settima nei 100, 200 e 400 nella stessa specialità con ben due PB; Stefano Spetro (2003), sesto nei 50 dorso (altro PB a 30”22) e nei 100 stile; Giada Gianganelli (2006), settima nei 50 dorso; Riccardo Gibelli, ottavo nei 200 dorso; un’altra volta Riccardo Giraudo col suo record (26”85) e il sesto posto nei 50 sl; ancora Renzo Bedin, sesto con PB nei 100 farfalla (1’02”85) e settimo nei 100 sl e 200 farfalla; infine, nuovamente Alessio Tealdi, quinto nei 50 rana (PB a 31”32) e sesto dei 100.

Sulle migliori performance del weekend, in particolare, c’è la mano dell’allenatrice Cristina Avallone; l’ovvia soddisfazione per aver colto due medaglie, una prima assoluta, lascia però già spazio a nuovi stimoli, nuove prove e nuovi traguardi, da raggiungere grazie a una rinnovata consapevolezza delle qualità sportive e umane dei ragazzi e delle ragazze e della bontà del lavoro svolto dallo staff tecnico.

commenta