Violenza di genere

“Questo non è amore”, le iniziative della Questura di Imperia per la giornata dell’8 marzo

Saranno organizzati degli incontri dedicati ai giovani studenti con la partecipazione di operatori specializzati che forniranno ai ragazzi la più corretta informazione sul tema della violenza nei confronti delle donne

Violenza sulle donne

Imperia. Domani, 8 marzo, in occasione della festa della donna, la Questura di Imperia sarà presente in quattro scuole della provincia, ad Imperia, Sanremo e Ventimiglia, per sensibilizzare gli studenti sui temi della violenza di genere, nell’ambito della campagna della Polizia di Stato dal titolo “Questo non è amore”.

Nella mattinata dell’8 marzo saranno organizzati degli incontri dedicati ai giovani studenti e con la partecipazione di operatori specializzati che operano sul campo, i quali forniranno ai ragazzi la più ampia e corretta informazione sul tema della violenza nei confronti delle donne, commessa in ambito familiare e nei rapporti di coppia.

In questo ambito, oltre alla tutela offerta dalla legge, che va dagli strumenti dell’ammonimento al divieto di avvicinamento fino agli arresti domiciliari e al carcere per i casi più gravi, la battaglia più importante si gioca sul campo della prevenzione in cui la Polizia di Stato è impegnata, non solo nel contribuire attraverso l’informazione al superamento di una mentalità di prevaricazione, ma anche nel fare da sentinella al fine di intercettare prontamente comportamenti violenti e intimidatori.

Grazie quindi anche ad un’adeguata informazione condotta dalle forze dell’ordine, nell’ultimo anno si è assistito tendenzialmente ad una flessione dei delitti tipici.

Questi più in dettaglio i dati ad Imperia e provincia: le segnalazioni per atti persecutori (da 55 a 50 circa) e per maltrattamenti in famiglia (da 75 a 70 circa) sono diminuite rispetto all’anno precedente. Le segnalazioni per violenze sessuali hanno subito un incremento (da 20 a 30 circa); a fronte di questo aumento si registra tuttavia un incremento positivo dei risultati investigativi, essendo stati assicurati alla giustizia un maggior numero di autori dei reati perpetrati ed essendo diminuiti parallelamente i casi di autori non noti.

Infine, i provvedimenti di ammonimento agli autori di reati persecutori emessi dal Questore sono stati 16 nel 2021, mentre nei primi mesi del 2022 ne sono stati già emessi 2 e 2 sono in trattazione. La tendenziale diminuzione dei casi di violenza non ferma comunque l’impegno che la polizia di stato continuerà a profondere un fattivo per lo sviluppo dell’informazione e degli strumenti di tutela nei confronti delle donne.

commenta