Beneficenza

In moto la macchina della solidarietà per l’Ucraina, a Sanremo al via la raccolta di beni di prima necessità

Organizzata da Alla Stanislavovna Zhurba, il materiale può essere consegnato dal 1° marzo in via Della Repubblica 100, presso gli uffici Cassani, ma anche alla chiesa russa e all'alimentari russo della Città dei Fiori

ucraina guerra manifestazione

Sanremo. Anche nella Città dei Fiori prendono il via le prime azioni concrete per sostenere l’Ucraina. Nella giornata di domani, martedì 1° marzo partirà la raccolta di beni di prima necessità per gli sfollati ucraini, organizzata da Alla Stanislavovna Zhurba.

«Si comincia domani in via Della Repubblica 100, presso gli uffici Cassani in zona san Martino dalle 9 alle 11,30 – spiega Alla – . In questo momento sono urgenti coperte, tende, sacchi a pelo, zaini, cibo in scatola e medicine, ma anche cibo secco, medicine di qualsiasi tipo, cibo per bambini, pannolini, prodotti per l’igiene femminile, vestiti e scarpe. Un’altra cosa che serve è la crema idratante per le mani; i soldati hanno i geloni a causa del freddo del nostro Paese».

A partecipare alla raccolta anche la chiesa russa e l’alimentari russo di Sanremo dove è possibile portare il materiale per la donazioni.

«Raccolgo anche fondi finanziari per sovvenzionare le persone che consegneranno i beni di prima necessità perché loro fanno tutto di tasca loro, benzina e trasporto, ma per continuare servono soldi», racconta Alla.

Non solo Sanremo infatti è possibile donare anche a Bordighera presso Mercato Coperto dalle 8 alle 13 e dalle 16 alle 19, a Ventimiglia presso la pescheria Mare Nostrum in via Roma, a Mentone presso il Bouddha Beach e ad Ospedaletti presso L’ufficio Servizi Sociali da lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e in più lunedì dalle 14.30 alle 17.30.

Per informazioni chiamare il numero 329 4391965 o scrivere alla mail dariavaleria1987@hotmail.it.

 

leggi anche
ucraina guerra manifestazione
In piazza colombo
La comunità ucraina scende in piazza a Sanremo per dire “No alla guerra”
ucraina
La riunione
Ucraina, Giampedrone «Ci siamo attivati per un piano regionale di accoglienza»
commenta