Primavera!

Chef stellato dall’Angelo Bordigotto, il locale di corso Italia aperto da due francesi innamorati della Città delle Palme

Due giorni con François Duthey alla scoperta dei vini antichi e dei trucchi per cucinare cibi primaverili

Bordighera. A celebrare la primavera nella Città delle Palme ci sarà uno chef stellato: François Duthey, che nel 2011 ha ricevuto la stella Michelin, entrando nella prestigiosa guida rossa con il suo ristorante l’Auberge de la Tour Penchée de Sévenans, nel Territorio di Belfort, nel nord est della Francia al confine con la Svizzera.

Duthey sarà ospite dello chef Emmanuelle Durand e del marito Romano Basilico, che dalla Borgogna francese si sono trasferiti a Bordighera dove hanno aperto il locale “L’Angelo Bordigotto“, al civico 68 di corso Italia, nel cuore della città.

Due gli appuntamenti in programma: il primo sabato 19 marzo, alle 16, quando François Duthey, membro dell’accademia dei vini antichi, farà scoprire ai partecipanti 15 bottiglie della sua cantina, con vini invecchiati dai 30 ai 50 anni. Domenica 20 marzo, sempre alle 16, sarà la volta della cucina: in coppia con Emmanuelle, con la quale già lavorava in Francia, lo chef stellato presenterà un vero e proprio “masterclass” rivolto a tutti gli amanti del buon cibo, ai quali dispenserà consigli e trucchi per cucinare piatti primaverili. Per entrambi gli eventi è necessaria la prenotazione allo 0184.1994886. 

Particolarissima l’avventura bordigotta di Emmanuelle e Romano. Chef da anni lei, vigile del fuoco in pensione lui, i due hanno deciso di lasciare la Francia per trasferirsi in Italia e aprire qui un ristorante, come Emmanuelle ha sempre sognato. «Siamo nel mondo della gastronomia da cinque generazioni – raccontano -. Amiamo l’Italia e quando siamo venuti a Bordighera per la prima volta ci siamo innamorati della sua bellezza. E’ un qualcosa che non si può spiegare a chi non la vive: a Bordighera c’è un’atmosfera speciale, una pace incredibile, e noi siamo felicissimi di essere qui». Ad occuparsi del ristorante è lo chef Emmanuelle che si avvale di alcuni dipendenti, mentre il marito svolge un lavoro diverso, che richiama nella Città delle Palme ospiti illustri. «Vorrei che tutti venissero qui a scoprire questa città meravigliosa», dice.

angelo bordigotto

Aperto nel novembre del 2021, “L’Angelo Bordigotto” è un locale accogliente e curato nei minimi particolari, dove si possono gustare piatti tipici della tradizione italiana e anche qualche specialità del nord della Francia. Il tutto accompagnato da vini sia francesi che italiani. Per i primi, Emmanuelle si avvale della consulenza di Duthey, mentre per i vini italiani i consigli arrivano direttamente dal sommelier Marco Grassi, considerato tra i migliori sommelier nel Belpaese. «Il nostro motto è “poco, ma fresco, buono e di qualità», spiega Emmanuelle, che prepara personalmente tutto quello che viene servito: dalla pasta fresca al paté d’oca, prodotto rigorosamente con foie gras proveniente da allevamenti che certificano trattamenti non crudeli contro gli animali, come previsto da una legge francese.

Le pietanze possono essere consumate da asporto oppure all’interno del locale, aperto (in inverno) dal martedì al sabato dalle 9 alle 15 e dalle 17 alle 22, mentre la domenica dalle 9 alle 12.

angelo bordigotto
angelo bordigotto

 

 

commenta