L'intervento

Carige, la Uil Liguria e la Uilca: «Priorità all’occupazione e al ruolo territoriale del gruppo»

Il sindacato continuerà a vigilare con attenzione l'evolversi della transizione e delle sue conseguenze

carige banca

Genova. A seguito dell’accordo raggiunto per l’acquisizione di Carige da parte della Banca Popolare dell’Emilia Romagna, la Uil Liguria e la Uilca Liguria precisano due punti che saranno fondamentali per il presente e per il futuro.

«Innanzitutto, data la rilevanza del gruppo nel panorama regionale, la tutela dell’occupazione resta imprescindibile e se il raggiungimento dell’accordo è una notizia positiva, si rende necessaria la massima attenzione delle istituzioni per far sì che i dipendenti vengano tutelati tanto quanto i risparmiatori in questa fase di transizione» – sottolineano Uil Liguria e la Uilca Liguria.

«Allo stesso tempo, considerata l’importanza di questo periodo storico di ripartenza e di opportunità per la nostra regione – affermano Mario Ghini, segretario generale Uil Liguria, e Mauro Corte, coordinatore nazionale Uilca Carige – a partire dalle importanti risorse economiche che arriveranno in Liguria dal PNRR è non solo auspicabile ma imprescindibile che il gruppo mantenga quello status di punto di riferimento per i risparmiatori e le PMI liguri senza perdere centralità in una prospettiva presente e futura». Il sindacato continuerà a vigilare con attenzione l’evolversi della transizione e delle sue conseguenze.

leggi anche
Mattioli e Muzio
La nota
Banca Carige, acquisizione Bper. Mattioli e Muzio (First Cisl Liguria): «Si tuteli l’occupazione preservando il legame forte col territorio»
banca carige
Banca
Carige, Fisac Cgil: «Bene l’entrata di Bper ma ora il piano industriale»
carige banca
La dichiarazione
Carige, Cgil: «Istituzioni e politica vigilino sul piano industriale»
commenta