Quantcast
Il progetto

Ventimiglia sogna il metrò elettrico di superficie

«Significa collegare gli estremi della città, offrire un servizio pubblico cittadino leggero ed ecologico, migliorare la qualità della vita e lo sviluppo turistico», dichiarano dal Comune

metrò elettrico

Ventimiglia. «Progettare, ed investire, in un’opera dal sapore davvero speciale. La politica è fatta anche di sogni, senza non si può essere lungimiranti. Sogni, speranze e dura realtà sono pane quotidiano per chi è chiamato ad amministrare la propria città».

Con queste parole il Comune di Ventimiglia ha svelato uno dei sogni che ha per la città: la realizzazione di un metrò elettrico di superficie.

«Una navetta elettrica che colleghi l’area di Nervia del Campasso, attraverso la ciclopedonale in costruzione sino al Teatro romano da cui potrebbe partire il metrò elettrico percorrendo l’ex area ferroviaria in cui si sta costruendo il nuovo parcheggio di Corso Genova, al Centro cittadino, e poi, con un secondo progetto, verso Piazza costituente e Roverino.

Significa collegare gli estremi della nostra città, offrire un servizio pubblico cittadino leggero ed ecologico, collegare i nuovi 1100 parcheggi, migliorare quindi la qualità della vita e lo sviluppo turistico di Ventimiglia».

Più informazioni
commenta