Quantcast
Braccia incrociate

Sciopero Riviera Trasporti, adesione quasi totale

E' stato indetto dalle segreterie regionali Autoferrotranvieri Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Faisa Cisal e Ugi Fna.

RIVIERA TRASPORTI CRISI PREFETTURA

Imperia. Pochi crumiri e adesione quasi totale allo sciopero del personale di Riviera Trasporti indetto oggi dalle segreterie regionali Autoferrotranvieri Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Faisa Cisal e Ugi Fna. Lo stato di agitazione si è protratto, come annunciato, dalle 11 alle 15 per il personale viaggiante. Sono state garantite le corse scolastiche prima delle 11 e dopo le 15. Gli impianti fissi hanno fermato l’attività le ultime 2 ore del turno mattinale ele prime 2 ore del turno pomeridiano.

Come si legge in una nota stampa delle sigle sindacali i lavoratori hanno incrociato le braccia per «l’interruzione del confronto per il rinnovo del CCNL Autoferrotranvieri Internavigatori (Mobilità TPL), scaduto da quattro anni, e dell‘esito negativo delle procedure di raffreddamento e conciliazione previste dalla 1. n. 146/90 e ss.mm.ii, le segreterie regionali ben consapevoli della grave emergenza che ha colpito il Paese, ma altrettanto convinti che proprio coloro che hanno lavorato con impegno, professionalità e a rischio dell’incolumità personale, per consentire il diritto alla mobilità della cittadinanza, già duramente provata dall’inizio di questa terribile pandemia, non possono non aver riconosciuto il diritto al rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro e al miglioramento delle condizioni lavorative, sia normative che salarial

commenta