Quantcast
Sanremo, Scuola di Pallavolo Mazzucchelli: intervista di fine anno a Giorgio Lanteri - Riviera24
Il direttore sportivo

Sanremo, Scuola di Pallavolo Mazzucchelli: intervista di fine anno a Giorgio Lanteri

Nell’annata passata la società ha conseguito diversi successi e soddisfazioni di ogni genere

pallone pallavolo

Sanremo. Un altro anno sportivo si è concluso mentre uno nuovo sta per iniziare. La Scuola di Pallavolo Mazzucchelli nell’annata passata ha conseguito diversi successi, soddisfazioni di ogni genere e per sapere i pareri dall’interno della società, abbiamo fatto delle domande al direttore sportivo “green”, Giorgio Lanteri.

1) Giorgio, la scorsa annata per la Scuola di Pallavolo Mazzucchelli è stata di buon livello. Avete conseguito numerose soddisfazioni, ci dici qualcosa in merito?

«La soddisfazione maggiore è quella di essere ripartiti con le attività in epoca Covid, dopo quel famoso stop arrivato a marzo 2020, purtroppo a ripartire sono stati solo i ragazzi e le ragazze, mentre per i più piccoli siamo riusciti a far poco a causa dei protocolli restringenti, questo ha causato un buco temporale nella pallavolo, ma ci stiamo riprendendo in questa stagione. Ciliegine sulla torta della scorsa stagione sono state: l’ inizio della collaborazione con il Cuneo Granda Volley ed i due scudetti vinti con il maschile nelle categorie U13 3X3 e U12 S3».

2) Così come lo scorso anno, il Covid-19 non accenna ad andarsene ma anzi, con questa nuova variante Omicron le cose sembrano essersi complicate ancora di più. Come società sportiva come siete riusciti a gestire questa problematica e come continuerete a procedere?

«Purtroppo questo maledetto virus, che ci ha cambiato il modo di vivere, di pensare e di praticare sport, non accenna ad andarsene e ci condiziona ogni giorno. Noi come Mazzucchelli e ci metto dentro tutti i miei “collaboratori-amici” stiamo molto attenti ai protocolli e alle necessita familiari senza imporre a nessuno la scelta di vaccinarsi. Quindi ci si confronta di continuo, attraverso l’utilizzo delle varie piattaforme online, con il nostro staff, con la federazione ed i due network di cui facciamo parte mettendo in pratica le direttive governative e federali. In poche parole “ci si tira su le maniche e si lavora” per il bene dei ragazzi e dello sport».

3) Un nuovo anno sportivo è ormai alle porte, cosa ti aspetti dalla nuova annata anche se abbastanza incerta?

«Diciamo che il nuovo anno sportivo è già iniziato a fine agosto scorso; per noi della Mazzu alla grande, visto che
siamo riusciti ad organizzare un paio di eventi sia per il femminile che per il maschile, abbiamo preso parte ad una bellissima giornata invitati dai nostri amici in quel di Cuneo all’inaugurazione del nuovo tappeto da gioco nel palazzetto. Siamo riusciti ad iscrivere le squadre in quasi tutti i campionati di categoria che di questi periodi non è poco. Purtroppo negli ultimi giorni le attività hanno avuto un rallentamento un po’ per le festività Natalizie ed un po’ per l’acutizzarsi dei contagi da Covid, ma mi auguro vivamente che si riesca a tornare a regime e perché no a prenderci qualche soddisfazione come nella scorsa stagione visto le buone prospettive».

4) Siete soddisfatti del lavoro dei vostri coach nelle varie categorie e della collaborazione con la Riviera Volley?

«Io in primis e la società che rappresento, siamo molto soddisfatti del lavoro che stanno portando avanti i nostri tecnici molto preparati, altro non è che il frutto di una programmazione a lungo termine e la ricerca di qualità da offrire ai ragazzi ed alle loro famiglie. A proposito di qualità, ne approfitto per complimentarmi pubblicamente con Raffaele Sini, fresco di incarico come selezionatore territoriale per il Comitato di Ponente nelle annate 2007/08 femminili, tale incarico rende la Sdp Mazzucchelli orgogliosa di averlo con noi. Riguardo la collaborazione con la Riviera Volley Sanremo si stanno muovendo i primi passi nella giusta direzione che stanno portando i primi frutti. Dagli incontri avuti nell’estate scorsa è nato un sogno ora sta a noi farlo avverare, a dire il vero la Mazzucchelli è sempre stata aperta alle collaborazioni portate avanti in modo equo e senza il prevalere l’uno sull’altro a testimonianza ne è la ormai consolidata collaborazione con il VT Arma Taggia, l’inizio della
collaborazione con il Bordivolley nel settore maschile, la collaborazione con il Cuneo Granda Volley e l’essere parte integrante, ormai da tempo, dell’Anderlini Network».

5) Come valuti l’accordo tra la Granda Volley Accademy e la Scuola di Pallavolo Mazzucchelli?

«L’accordo con la Granda Volley Accademy lo definirei più una collaborazione che attraverso incontri tecnici ci dà modo di crescere e di confrontarci con una realtà diversa dalla nostra e di essere un ottimo trampolino di lancio per ragazze di prospettiva che a causa del nostro territorio non avrebbero queste possibilità, ad esempio Vanessa Faieta che cresciuta, pallavolisticamente parlando, a Sanremo in questi giorni ha conquistato la Moma Winter Cup al Palapanini di Modena nella categoria U16, direi un ottimo step per una ragazza così giovane».

6) Ci puoi dare qualche anticipazione sulla programmazione futura?

«Mi spiace ma l’unica anticipazione che posso darti visto che sono uno che predilige i fatti alle parole, è che come DS della Mazzucchelli e come società, continueremo a lavorare sodo per migliorarci e per essere sempre più qualitativi, poi chissà che qualche sogno estivo non prenda forma. Con questo colgo l’occasione di augurare un felice 2022 a tutto il movimento pallavolistico e non tantissimi auguri».

commenta