Quantcast
Liguria, Tosi (M5s): «L'emergenza tamponi si può risolvere coinvolgendo parafarmacie e pubbliche assistenze» - Riviera24
Ii commissione salute

Liguria, Tosi (M5s): «L’emergenza tamponi si può risolvere coinvolgendo parafarmacie e pubbliche assistenze»

«Il quadro ligure è preoccupante non solo perché mette in difficoltà le famiglie che senza un tampone ufficiale vengono relegate in un limbo fantasma, ma anche perché sfalsa il reale quadro pandemico regionale»

tampone tamponi covid

Genova. «Questa mattina, in II Commissione Salute, ho risollevato la questione del tracciamento ligure: da settimane, siamo in emergenza tamponi e le criticità sono sotto gli occhi di tutti. La curva ascendente è tale che le farmacie e le Asl non riescono a far fronte alle richieste, come ben dimostrano le lunghe code cui sono sottoposti i liguri. La sanità regionale deve snellire le procedure e gli strumenti a disposizione sono ormai noti: coinvolgere le parafarmacie e le pubbliche assistenze è una possibilità concreta e le scuse per non farlo sono ormai obsolete». Lo dichiara il capogruppo regionale del M5S Fabio Tosi a margine dell’odierna seduta di Commissione.

«In merito, il direttore generale di A.Li.Sa non ha spiegato perché non ci si è ancora attivati in questo senso, tirando in ballo imprecisati ostacoli informatici: Ansaldi ha sostenuto che le parafarmacie non possono inserire i referti a sistema. Questa è la classica arrampicata sugli specchi. Se altre regioni, in nome dell’autonomia in campo sanitario, hanno potuto intraprendere strade alternative per offrire un servizio più efficiente e puntuale, riteniamo che anche la Liguria lo possa fare: la Lombardia, ad esempio, ha aperto alle parafarmacie e anche nella nostra regione la disponibilità di questi esercizi è nota da tempo, tanto che l’hanno avanzata la scorsa estate e poi ribadita in questi giorni sia a Regione che ad A.Li.Sa» – afferma.

«Il quadro ligure è preoccupante non solo perché mette in difficoltà le famiglie che senza un tampone ufficiale vengono relegate in un limbo fantasma, ma anche perché sfalsa il reale quadro pandemico regionale: gravissimo che l’Istituto superiore di Sanità, nel suo report settimanale, abbia dichiarato la Liguria “non valutabile”. Siamo dunque “inattendibili”: non si conosce, in buona sostanza, l’Rt della nostra regione e anche questa criticità è legata al caos monitoraggio» – conclude Tosi.

commenta