Quantcast
Imperia, un diorama raffigurante parte di palazzo Guarneri al Circolo Parasio - Riviera24
Storia e arte

Imperia, un diorama raffigurante parte di palazzo Guarneri al Circolo Parasio

Opera realizzata dall'imperiese Giuseppe Ascheri, artista presepista

Diorama Circolo Parasio

Imperia. La presentazione del presepe artistico di Giuseppe Ascheri, in linea con le tempistiche ufficiali, che prevedono l’esposizione dei presepi fino ai giorni della Candelora, è stata fortemente voluta dal Circolo Parasio, considerato il rinvio di un anno, nel dicembre 2020, ancora più motivati dal voler ribadire l’importanza delle proprie tradizioni culturali con tutto il carico emozionale che le addiziona in termini di affettività e significato.

Un diorama raffigurante parte di Palazzo Guarneri, sede del nostro Circolo Parasio e l’iconico arco di Palazzo Pagliari.

«Sono questi gli elementi che, insieme alla Sacra Natività, costituiscono un essenziale, ma ricco al tempo stesso, presepe dal forte impatto visivo, un pò per la perfezione dei dettagli, un pò per i colori ispirati a quelli della ligure tavolozza di sfumature che tanto ci è familiare, un pò per la maestria e la passione dell’artigiano che lo ha realizzato. Stiamo parlando di Giuseppe Ascheri, nostro concittadino nonché abilissimo artista presepista, che da anni si impegna nel realizzare riproduzioni fedeli e minuziose dei nostri luoghi del cuore trasformandoli in sfondi meravigliosi del rinnovato miracolo Natalizio» commenta Simona Gazzano, presidente del circolo Parasio.

Un Diorama realizzato senza rubare la scena alla Famiglia, che accoglie il piccolo Gesù, garantendo lo stupore di chi osserva ed apprezza la perfetta riproduzione architettonica delle location prescelte.

Il circolo Parasio ringrazia di cuore Ascheri per il dono ed invita tutti venerdì 14 gennaio alle 17.30  a questa mostra-racconto sulla storia dei presepi, di quelli locali ed in particolare su quelli di sua produzione. Tutto si svolgerà in pieno e doveroso rispetto delle normative anti Covid vigenti.

commenta