Quantcast
Sistema tamponi al collasso, Dad forzata per le classi in presenza di un solo positivo - Riviera24
Sanremo e provincia

Sistema tamponi al collasso, Dad forzata per le classi in presenza di un solo positivo

Per il rientro in classe necessario il tampone o bisognerà aspettare 15 giorni

Sanremo code tamponi drive through

Sanremo. Sistema tamponi al collasso, l’Asl1 dispone il ritorno della didattica a distanza nelle scuole anche in presenza di un solo alunno positivo al Covid. Inoltre vengono sospesi temporaneamente i tamponi “testing” per studenti, scolari e personale scolastico. È questo il contenuto essenziale della circolare trasmessa ieri ai plessi della provincia di Imperia, volta a cercare di ridurre il numero di studenti che finiscono nel sistema di tracciamento per il coronavirus.

Un sistema andato in grossa difficoltà su tutto l’arco dell’Imperiese, con code chilometriche e traffico in tilt che si registrano da giorni nelle città che ospitano i punti prelievo: Vallecrosia, Sanremo e Imperia. La decisione di Asl1 è un’estrema ratio per evitare che la situazione degeneri ulteriormente. Arriva a pochi giorni dal dietro front del governo che aveva reimposto il meccanismo dei minimo tre contagiati per classe per far scattare la Dad, andando contro il parere del comitato tecnico scientifico.

Altra novità determinata dall’Asl1 è riferita al rientro in aula. Ora, per gli studenti vaccinati sarà possibile rientrare a scuola, dopo 7 giorni, solo se muniti di tampone molecolare fatto dall’azienda sanitaria locale o orofaringeo effettuato in farmacia. I giorni diventano 10 per i non vaccinati e 15 in mancanza di ogni test.

 

Il testo della circolare di Asl1

Oggetto: indicazioni per l’individuazione e la gestione dei casi di infezione da SARS-CoV2 in ambito scolastico da attuarsi sul territorio di competenza ASL1

Verificato che la procedura prevista dalla Circolare n. 50070 del 03/11/2021, alla luce degli attuali livelli di contagio in ambito scolastico, non sia concretamente attuabile per i seguenti motivi:

> l’alto numero dei soggetti da sottoporre a testing determina uno slittamento degli istanti T-0 e T-5 sino a sei giorni rispetto alle date individuate, vanificando di fatto la possibilità di svolgere la didattica in presenza;

> la capacità di accoghenza dei drive è stata saturata, generando code che hanno generato criticità anche sulla viabilità ordinaria e attese per gli interessati sino a due ore;

> la capacità produttiva del laboratorio di microbiologia è stata saturata con esiti tamponi rilasciati a distanza di oltre 48 h dal prelievo;

> il numero di provvedimenti amministrativi necessari a qualificare l’evoluzione dello status degli interessati e la correlata esigenza di tempestività nella notifica degli stessi non è conciliabile con le limitate risorse umane disponibili, che devono essere prioritanamente destinate all’attività di indagine epidemiologica;

Richiamata la Circolare Ministero della Salute n. 50070 del 03/11/2021 che punto 11, dispone “nei casi in cui non fosse possibile ottenere una descrizione esaustiva della situazione epidemiologica del gruppo, ad esempio per mancata effettuazione dei test di inizio sorveglianza di una parte dei contatti, il Dipartimento di Prevenzione, oltre a porre in quarantena i contatti senza test di screening, può valutare le strategie più opportune per la tutela della salute pubblica, inciusa la possibilità di disporre la quarantena per tutti i contatti individuati (a prescindere dal loro esito al test di screening);

Dato atto dell’impossibilità a proseguire l’attività di sorveglianza con testing come prevista dalla Circolare Ministero delia Salute n. 50070 del 03/11/2021, in considerazione della limitata disponibilità di risorse umane e tecniche per fronteggiare i volumi di scaturenti da tale metodica;

Ritenuto per tanto opportuno, al fine di tutelare la salute pubblica, attivare le seguenti misure di prevenzione a decorrere dal 06/12/2021:

1) Attivazione della misura della quarantena della durata di 10 giorni al gruppo classe nel caso in cui sia rilevato il primo caso positivo, con esecuzione di tampone molecolare o test antigenico rapido eseguito su tampone nasofaringeo;

2) Esecuzione di testing, anche su indicazione del Dirigente scolastico, esclusivamente per il personale docente, ATA e dei servizi, che sia stato esposto al caso positivo per un periodo uguale o superiore alle 4 h nelle ultime 48 ore, al fine di assicurare la continuità dei servizi scolastici;

3) Prosecuzione della quarantena al quattordicesimo giorno in caso di mancata esecuzione di tampone molecolare o test antigenico rapido eseguito su tampone nasofaringeo;

4) Rientro a scuola al termine della quarantena di dieci giorni producendo all’Istituto Scolastico: referto con esito tampone negativo;

5) L’interessato a sua discrezione e al solo fine di rientrare a scuola dopo sette giorni di quarantena, previa esecuzione tampone molecolare o test antigenico rapido eseguito su tampone nasofaringeo entro il termine della stessa, esibisce all’Istituto Scolastico, oltre all’esito del tampone: a. Green Pass Vaccinato o Certificato di vaccinazione anti Covid-19; oppure b. Green Pass Guarito;

Ritenuto necessario, al fine di ridurre la pressione sui drive e assicurare la tempestività nell’elaborazione dei provvedimenti conseguenti l’indagine epidemiologica, applicare le misure di prevenzione sopra descritte anche alle classi attualmente in sorveglianza con testing, stabilendo che le quarantene decorrono dall’ultimo giorno di contatto con if caso positivo.

Per l’individuazione dei soggetti esposti al rischio contagio in ambito scolastico, il Referente scolastico deve verificare la presenza degli interessati in almeno uno dei giorni del periodo di osservazione individuato dal Responsabile Scuole ASL1;

È responsabilità del Referente Scolastico l’individuazione degli studenti e del personale scolastico contatto ad alto rischio con il caso Covid-19 confermato.

In attesa della formalizzazione di eventuali misure di prevenzione specifiche, è facoltà del Dirigente Scolastico valutare, in via eccezionale ed urgente, la sospensione temporanea delle attività didattiche in presenza della classe interessata e del Referente Scolastico Covid-19 individuare gli studenti “contatti scolastici”.

Gil elementi essenziali delle misure di prevenzione ovvero (periodo di osservazione, e durata della quarantena) che sono resi noti all’atto dell’indagine epidemiologica, devono essere tempestivamente comunicati dal Referente Scolastico ai singoli soggetti interessati, affinché questi adottino, sin da subito, gli opportuni comportamenti atti a prevenire la diffusione del contagio e siano edotti dei termini da osservare

Il provvedimento di quarantena obbligatoria deve essere tempestivamente comunicato dal Referente Scolastico ai singoli soggetti interessati, affinché questi adotuno, sin da subito, gli opportuni comportamenti atti a prevenire la diffusione del contagio.

L’atto contenente le disposizioni di quarantena deve essere pubblicato sul registro elettronico dall’istituto scolastico 0 comunque portato a conoscenza degli interessati con altro mezzo idoneo.

La durata della quarantena ordinaria è di 10 giorni con esecuzione di un tampone molecolare o test antigenico rapido eseguito su tampone nasofaringeo entro il termine della stessa.

L’interessato a sua discrezione e al solo fine di rientrare a scuola dopo sette giorni di quarantena, previa esecuzione tampone molecolare 0 test antigenico rapido eseguito su tampone nasofaringeo entro il termine della stessa, esibisce all’Istituto Scolastico i documenti attestanti il suo stato, compatibili con il rientro anticipato.

A decorrere dai due giorni antecedenti la fine del periodo di quarantena, se asintomatici, gli interessati possono eseguire – gratuitamente – il tampone molecolare di controllo presso i “drive” di ASL1 mostrando agli operatori questa comunicazione di quarantena pubblicata sul registro elettronico scolastico;

La quarantena prosegue al quattordicesimo giorno nel caso in cui l’interessato non intenda èseguire un tampone molecolare o test antigenico rapido eseguito su tampone nasofaringeo;

È cura del Referente Scolastico informare il Responsabile Scuola Asi1 delle eventuali eccezioni formulate dagli interessati relative alla effettiva presenza nei periodo di osservazione. Solo a seguito di tale comunicazione ASLI1 si riserva la possibilità di rettificare il provvedimento di quarantena.

leggi anche
Sanremo code tamponi drive through
L'aggiornamento
Caos code nel centro di Sanremo, drive through a Bussana da giovedì
Sanremo tamponi Covid
Viabilità
Sanremo, in corso Garibaldi è di nuovo caos code per i tamponi Covid
Riviera24- ospedale Borea sanremo
Sanremo
Al Borea ricoverati in continua crescita, in una settimana più che raddoppiate le classi in quarantena
commenta