Quantcast
Sanremo, incontro con Franco Fiorucci a la Pigna - Riviera24
Appuntamento

Sanremo, incontro con Franco Fiorucci a la Pigna

Riprendono gli incontri e le conversazioni con gli autori e le autrici nello spazio de La Ciotola

Riviera 24 - Libro generica

Sanremo. Riprendono gli incontri e le conversazioni con gli autori e le autrici nello spazio de La Ciotola, in Via Santo Stefano 4, all’ingresso del centro storico, la Pigna di Sanremo. Chiacchierate in libertà che ci accompagneranno al Natale. Si inizia venerdì 3 dicembre alle 17,30 con il primo appuntamento: “Il mondo del commissario Belpensiero” con l’autore Franco Fiorucci, scrittore e giornalista, che dialoga con Giuseppe Famà, Ass. Cult. 25 Aprile Ventimiglia.

Alcune anticipazioni sulle “avventure” tratte dai libri di cui si parlerà, tra indagini e affari, riflessioni personali, nuove emergenze sociali, reperti indiziari nei quattro romanzi dell’autore:

TANGO ARGENTINO SULLA CÔTE
Fine anni ’70 del secolo scorso. C’è un cadavere in Costa Azzurra che fa pensare alla droga che flagella anche la Riviera. Belpensiero scandaglia i rapporti tra le due zone per individuare il bandolo della matassa. Poi le cose si trasformano e a emergere sono altri fenomeni che stanno avvelenando i tempi e l’area frontaliera.

FIORI CHE ODORANO DI SOLDI
In una Sanremo crocevia del settore floricolo internazionale, tutto o quasi pare essere legato a quel mondo profumato. Non mancano però i traffici in cui l’odore dominante è quello del denaro. E ci sono vicende che colgono di sorpresa anche il disincantato commissario Belpensiero.

ATTI DI MORTE
La cronaca quotidiana a volte propone vicende che paiono inventate e sono invece realtà. Ma succede anche che qualche storia apparentemente incredibile ma vera finisca con l’ispirarne una completamente inventata. La storia si annuncia assurda, due morti per un unico nome, e attraversa ambienti ed epoche diverse. Palcoscenico della vicenda non è la Riviera ma la Padania, con l’acqua come elemento costante del paesaggio.

SCARPE NUOVE PER MORIRE
L’ormai pensionato commissario Belpensiero dovrebbe rilassarsi godendosi un tranquillo soggiorno invernale al mare. Ma il fiuto di investigatore non va in pensione. Così, anche i giorni di relax sulla Riviera alle prese con le vicende dei migranti diventano un’occasione per far emergere il suo spirito d’osservazione e il suo intuito.

Franco Fiorucci, 73 anni, nato sanremasco, ha iniziato l’attività giornalistica come corrispondente dell’Unità da Imperia. Ha poi lavorato per testate del settore automotive prima di lavorare come freelance, sempre nel mondo delle auto. Ha sempre coltivato l’idea della narrativa, con la passione per il binomio Simenon-Maigret. Una volta in pensione ha continuato a scrivere riprendendo l’idea, forse il sogno. Senza preoccuparsi di attenersi alla realtà, ma lasciando correre liberamente la fantasia, con un occhio rivolto al territorio e alle questioni locali, dove hanno trovato ambientazione quasi tutti i suoi libri.

Gli altri prossimi appuntamenti saranno:
il 10 dicembre presentazione del progetto musicale “Tracce Ventimiglia: le impronte musicali del passaggio dei popoli in cerca di una terra promessa”. A cura di Popoli in Arte con Paolo Lizzadro
il 13 dicembre presentazione del libro di Vittorio Detassis “Tre stagioni versi diversi” con Luigi Ivaldi e Loretta Marchi
il 17 dicembre presentazione del libro “Donne, medici e speziali” di Fulvia Natta e Claudio Tabasso.

Seguiranno informazioni specifiche. Ingresso libero con green pass. Prenotazioni allo 0184507609.

Più informazioni
commenta