Quantcast
Per non dimenticare

Sanremo, in arrivo le pietre d’inciampo per le vittime dell’Olocausto

Saranno sei in memoria di altrettanti deportati

Olocausto

Sanremo. La Città dei Fiori ricorda le vittime dell’Olocausto. Lo fa con la posa, prevista peril prossimo 27 gennaio giornata mondiale della Memoria, di sei pietre d’inciampo per altrettante vittime matuziane dello sterminio nazifascista. A tal proposito, si sta costituendo il “Comitato per le Pietre d’Inciampo, dei Giusti e della Memoria”.

Le pietre d’inciampo sono un’iniziativa dell’artista tedesco Gunter Demnig per depositare nel tessuto urbanistico e sociale delle città europee una memoria diffusa dei cittadini deportati nei campi di sterminio nazisti. L’iniziativa consiste nel posare una pietra nel selciato stradale delle città, davanti ai luoghi che sono stati teatro di arresto e di deportazione nei campi nazisti per contrastare l’oblio e le cattive memorie sulla tragedia delle deportazioni e per ridare individualità a chi si voleva ridurre soltanto ad un numero.

Con queste installazioni è nato un monumento diffuso, partecipato e sempre vivo nel tessuto urbano e sociale delle città, attivo in Europa dal 1995 e realizzato dalla Fondazione Gunter Demnig con sede in Germania, fino ad oggi ha già coinvolto 2.000 città e paesi per oltre 70.000 pietre posate. Nel territorio comunale matuziano sono state individuate sei vittime di deportazione presso i campi di sterminio. Il costo delle sei pietre sfiora i 1000 euro.

commenta