Quantcast
Niente soldi per la chiesa di San Bernardino a Triora, Lista Sansa: «Proposta bocciata da Giampedrone» - Riviera24
L'annuncio

Niente soldi per la chiesa di San Bernardino a Triora, Lista Sansa: «Proposta bocciata da Giampedrone»

«Bisogna utilizzare anche i fondi europei del PNRR per portare alla gente di Triora servizi che consentano di vivere, studiare e lavorare qui»

Triora

Triora. «Niente soldi per recuperare la chiesa quattrocentesca di San Bernardino a Triora». Lo ha detto l’assessore regionale Giacomo Giampedrone durante il Consiglio regionale odierno spiegando che il tipo di intervento richiesto rientra in una categoria che attualmente è priva di fondi e che, anche per quanto riguarda le risorse messe eventualmente a disposizione dal ministero dei Beni culturali, queste saranno indirizzate prioritariamente alle famiglie e alle imprese danneggiate dall’alluvione del 2020.

«Come Lista Sansa avevamo presentato un’interrogazione perché i lavori della chiesa di San Bernardino, che accoglieva gli antichi viandanti, fosse recuperata nel più breve tempo possibile. Proposta bocciata da Giampedrone. Se Triora fosse in Germania, la troveremmo su tutte le guide. Invece in Liguria quasi ci dimentichiamo di questo tesoro ai piedi delle Alpi Marittime ma con gli occhi rivolti al mare. Triora è  noto come il paese delle streghe, ma è molto di più: un borgo dove cammini per ore nei vicoli, tra edifici stupendi come Palazzo Stella. Tante case purtroppo sono cadenti. Qui vivevano oltre mille persone, ora sono poche centinaia. Gli abitanti hanno collegamenti e servizi inadeguati. Ma deve essere solo l’inizio. Triora deve essere integralmente recuperata. Bisogna utilizzare anche i fondi europei del PNRR per portare alla gente di Triora servizi che consentano  di vivere, studiare e lavorare qui. Bisogna realizzare a Triora un’offerta turistica che – grazie alla vicinanza di monti e mare, grazie a un ambiente incontaminato – duri tutto l’anno e offra posti di lavoro stabili» – commenta Ferruccio Sansa (Lista Ferruccio Sansa presidente) che ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha chiesto alla giunta quando saranno effettivamente destinati i fondi per riparare i danni che ha subito la chiesa di San Bernardino a Triora ricordando che risale al 1400 e che al suo interno ci sono affreschi di scuola toscana.

«Bisogna soprattutto far rivivere Triora. Oggi si può. Ma deve essere solo l’inizio. Triora deve essere integralmente recuperata. Bisogna utilizzare anche i fondi europei del PNRR per portare alla gente di Triora servizi che consentano  di vivere, studiare e lavorare qui. Bisogna realizzare a Triora un’offerta turistica che – grazie alla vicinanza di monti e mare, grazie a un ambiente incontaminato – duri tutto l’anno e offra posti di lavoro stabili. Bisogna soprattutto far rivivere Triora. Oggi si può» – sottolinea Sansa.

leggi anche
Consiglio regionale
La seduta
Chiesa di San Bernardino a Triora e case e ospedali di comunità a Imperia tra i punti del Consiglio regionale
commenta