Quantcast
Cordoglio

Lutto a Ventimiglia, è morto il tassista Roberto Capogrosso

Molto conosciuto e stimato, è mancato ieri per una malattia

Roberto capogrosso

Ventimiglia. E’ lutto nella città di confine per la morte del tassista Roberto Capogrosso, persona molta conosciuta e stimata a Ventimiglia e non solo.
Una vita difficile, quella di Roberto, che aveva perso la moglie e la figlia, ma che nonostante tutto riusciva ancora a sorridere agli altri.

Tantissimi i messaggi di cordoglio sui social quando ieri quando ieri si è diffusa la notizia della morte di Capogrosso. Come quello del presidente del consiglio comunale Andrea Spinosi: «Ciao Roberto dopo tanto combattere alla fine ti sei arreso …..un destino tragico prima ti ha portato via l’ adorata figlia Silvia e poi dopo indicibili anni di sofferenze tua moglie la dolce Angelina, la più bella ragazza di San Lorenzo… ed adesso non contento ha preso anche te che ci lasci senza la tua allegria e le tue risate che nonostante tutto avevi conservato insegnandoci la forza di vivere!! Ciao Roberto vola alto e mi viene proprio da dire dal profondo del cuore che se da qualche parte c’è un dio beh deve chiedere scusa».

Scrive poi Piero G.:«Ciao Roberto…hai lottato come un leone ma non c’è l’hai fatta…purtroppo la malattia ha avuto il sopravvento…sono molto triste perché perdo un amico …una brava persona che non meritava di avere tanta sfortuna…ora ti ricongiungerai con Angela e tua figlia è ritroverai la pace….vola alto e veglia su di noi….un abbraccio Piero».

E Gianfranco R.:«Ciao Roberto, ci hai lasciati proprio nel momento in cui avevamo più bisogno del tuo sorriso e della tua grande simpatia…te ne sei andato questa volta non guidando il tuo taxi…ma in punta di piedi per non guastarci questi giorni natalizi già così incolori…e senza allegria…tu che eri l’animatore dei nostri gruppi di nostalgici con le tue foto del passato ma anche di polemiche sempre garbate che ormai sono diventate lo sfogo della nostra vita sempre più stressata e sapevi rubarci un sorriso con le tue battute sui fatti del giorno…Ciao Roberto sei stato l’accompagnatore di tutti i miei viaggi in altri continenti, con il tuo taxi verso l’aeroporto di Nizza ed eri l’ultima persona conosciuta che salutavo e la prima che rivedevo al mio arrivo ed eri tu che mi davi le prime notizie di Ventimiglia che amavi intensamente.ai miei ritorni… purtroppo ricordo che all’appuntamento dell’ultima volta tre anni fa sei mancato…”mi sono addormentato” mi avevi detto ed invece ho capito poi che la “bestia” stava iniziando a ferire le tue carni ed infatti tutti noi abbiamo seguito i tuoi giorni terribili, che raccontavi con grande spirito, coraggio, e forza d’animo… Ciao Roberto raggiungi la tua amata moglie, la tua bambina così prematuramente carpite al tuo amore di marito e di padre e siate felici lassù tra i cirri… magari troverai il modo di scorrazzare fra le nuvole dell’infinito sulla ciclabile della via Lattea in bicicletta, o in motocicletta fissando con un click i luoghi più belli non li potrai postare su facebook ma noi ne intuiremo il contenuto perché i tuoi ricordi non li cancelleremo mai dalla memoria. Se puoi Roberto, già che li ritroverai lassù nel regno dei più, salutami Tonino che ti racconterà i momenti passati insieme a tifare io Bartali e lui Coppi sulla piazza della Stazione nei pomeriggi assolati del Tour de France…salutami Isolina, la più simpatica delle persone che ho conosciuto e anche lei ti racconterà quante risate e quanta allegria sapeva suscitare… ti racconterà di quella volta che scese nell’arena in Spagna novella torera…con Chiambretti che la incitava…(forse questo non te lo aveva detto neanche lei). Ciao Roberto, quando passerò dalla Stazione tu non ci sarai per il saluto quotidiano ma io un “Ciao Roberto ” lo dirò ugualmente perché una persona come te non ci abbandona…e la tua presenza sarà sempre motivo di gioia perché in spirito sarai sempre lì al tuo posto con il tuo grande carisma. Un abbraccio alla famiglia ed in particolare a Franco… che per noi è e sarà sempre il grande batterista della nostra gioventù»

leggi anche
Roberto capogrosso
L'addio
Martedì a Ventimiglia i funerali di Roberto Capogrosso
commenta