Quantcast
La seduta

La situazione turistica a Monesi tra i punti del Consiglio regionale

Affrontati diversi temi

Consiglio regionale

Genova. Nel pomeriggio di oggi si è svolta un’altra seduta del Consiglio regionale. Sono stati affrontati diversi temi:

Interventi su abitazioni di Edilizia Residenziale Pubblica
Davide Natale (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, sugli interventi di riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica in cui ha chiesto alla giunta i tempi di pubblicazione della procedura per l’individuazione delle proposte dei Comuni e se è stata predisposta una suddivisione delle risorse tra le Province, rispettando i criteri con cui sono state divise le risorse tra le Regioni.

L’assessore all’edilizia pubblica Marco Scajola ha spiegato che la giunta è in linea con i tempi previsti dal decreto ministeriale e che la Regione, destinataria di un finanziamento complessivo di 35 milioni 341mila euro, ha dato attuazione al decreto informando ufficialmente tutti gli enti proprietari e gestori del patrimonio di edilizia residenziale pubblica. Scajola ha comunque assicurato che non saranno respinti gli eventuali progetti presentati in ritardo rispetto alle scadenze, definite dal ministero per fine novembre.

Situazione turistica a Monesi
Enrico Ioculano (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha chiesto alla giunta a che punto è l’iter per garantire la ripartenza della stazione turistica di Monesi. Il consigliere ha rilevato che a Monesi, oltre che alle a quelle legate alla stagione sciistica, si possono svolgere anche escursionismo e mountain biking, e che la proprietà dei terreni non pare intenzionata ad accettare proposte di locazione estiva per poter far tornare in funzione la stazione turistica.

L’assessore alla pianificazione territoriale Marco Scajola ha illustrato la situazione complessiva di Monesi e gli interventi in atto, fra i quali la ripresa del collegamento tramite il by pass, il ripristino dei servizi idrici e fognari e la messa in sicurezza di altri fronti di frana. L’assessore ha ricordato, inoltre, gli interventi di manutenzione alla seggiovia Monesi-Tre Pini. Scajola ha convenuto sulla necessità di sviluppare un turismo non stagionale e, rispetto alle aree di proprietà privata, non ha escluso il ricorso all’esproprio.

Ripercussione finanziaria del Nuovo Ospedale Felettino.
Davide Natale (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha chiesto alla giunta quali ripercussioni vi sono sulla struttura finanziaria a supporto della realizzazione del nuovo ospedale del Felettino. Il consigliere ha ribadito la necessità di realizzare il nuovo ospedale utilizzando interamente risorse pubbliche e senza appesantire, con maxi canoni annuali a favore di soggetti privati, il bilancio dell’ASL 5.

L’assessore Marco Scajola, su delega del presidente della giunta Giovanni Toti, ha illustrato il piano finanziario, che è stato aggiornato nel febbraio 2021, relativo alla costruzione del nuovo ospedale e che prevede un investimento complessivo di 264 milioni di cui 74 milioni a carico della Regione che, comunque, potrà sostituire con le risorse dedicate all’edilizia sanitaria assegnate alla Liguria. L’assessore ha premesso che 23 milioni di euro, nel 2017 destinati alla costruzione del Felettino, in seguito alla rescissione del contratto con l’impresa costruttrice sono stati destinati a interventi edilizi presso gli ospedali San Martino e Galliera di Genova e al Santa Corona di Pietra Ligure.

leggi anche
monesi con la neve
L'interrogazione
Monesi, Ioculano (Pd): «La Regione guidi l’ampliamento dell’offerta turistica»
commenta