Quantcast
Obiettivo raggiunto!

Imperia, parte il restauro all’Archivolto della Tina

Con la messa in opera dei ponteggi della facciata a cui presto seguirà un intervento completo di manutenzione straordinaria e restauro conservativo esterno dell’immobile

Imperia. Il Comitato Sotto Tina è lieto di annunciare che il restauro dell’Archivolto della Tina è iniziato con la messa in opera dei ponteggi della facciata a cui presto seguirà un intervento completo di manutenzione straordinaria e restauro conservativo esterno dell’immobile.

Promuovere il restauro dell’archivolto di questo antico manufatto, rappresentante il più antico esempio di opera originariamente pubblica tutt’oggi esistente nella città di Imperia, è stato l’obiettivo che ha visto nel 2013 il nascere del Comitato ad opera dei soci fondatori Gabriele Oreggia e Salvatore Grenci e di un gruppo di amici che per quelle vie e piazze hanno trascorso una fanciullezza felice e spensierata, e da adulti non si sono dimenticati di quei luoghi per loro incantati e li hanno portati nel cuore.

Nel corso degli anni, lavorando su due fronti, quello culturale e quello strettamente amministrativo, il Comitato è riuscito da una parte a raccogliere fondi per il restauro e dall’altra a sensibilizzare i proprietari dell’immobile, affinché si costituissero in condominio, per poter finalmente addivenire ad un restauro della facciata esterna e dell’archivolto vero e proprio.

L’ambito culturale si è sviluppato attraverso varie iniziative programmate in questi anni, che vogliamo ricordare:
1) le manifestazioni per il compleanno di Imperia: ogni anno, la sera del 21 ottobre, all’interno dell’archivolto, abbiamo realizzato momenti culturali spaziando dalla rievocazione storica, alla proiezione di filmati di registi locali, alla mostra di antiche fotografie, a concerti di band locali, anche degli anni 60;
2) le visite alla cupola della Basilica di San Maurizio: generalmente una volta al mese, effettuiamo, su prenotazione, una visita guidata alla basilica ed alla sua cupola, previa spiegazione storica della genesi del monumento;
3) le visite culturali ai monumenti storici pubblici e privati di Porto Maurizio: il convento di santa Chiara, l’oratorio di san Pietro, il santuario di santa Croce al Calvario, il palazzo Guarnieri con la stanza della Regina.

E’ questo lo spirito che dall’inizio guida i soci volontari: «comunicare al turista, all’appassionato, ma anche al cittadino residente, la storia e le tradizioni della antica città di Porto Maurizio, simbolicamente rappresentate dai punti di accesso, costituiti dall’archivolto della Tina e della superiore porta medievale. In questi giorni vediamo finalmente coronato questo nostro sogno: la facciata principale del monumento è ora coperta da ponteggi per l’imminente inizio dei lavori».

«Sono molto contenta e onorata di far parte del gruppo che contribuisce alla realizzazione di un progetto che migliorerà il cuore della nostra città» – dichiara l’amministratore del condomino, la signora Claudia Spinelli, sul restauro dell’intero immobile.

Più informazioni
commenta