Quantcast
Cordoglio

Il Ponente ligure piange il giovane Maximilian Ballestin

Meccanico in una officina di Riva Ligure, era appassionato di motori e corse sportive

Maximilian Ballestin

Taggia. Cordoglio in tutto il Ponente ligure per la morte, la scorsa notte, di Maximilian Ballestin, 31 anni. Meccanico presso il Baru’s Garage di Riva Ligure, il giovane, da tutti conosciuto come Max (e detto anche AlMa), era molto conosciuto e benvoluto. A strapparlo ai suoi familiari e amici sono state le conseguenze di una malattia.

La notizia della morte di Max, molto attivo nel mondo dei motori e amante delle corse sportive, ha gettato nello sconforto i tantissimi amici, che oggi lo ricordano con affetto. «Non ho parole e non ci sono parole per tutto questo, ma so che sarai sempre qui con me. Sei stato quel fratello, che non ho mai avuto e ti ho sempre voluto bene come se lo fossi. Eri unico anche con quel tuo carattere burbero, ma dolce come nessuno mai. Ora so, che quando vedrò una stella brillare sarai tu che mi saluterai al tuo modo, come sempre ciao Michelangelo. Sei stato un leone e hai combattuto da guerriero. Purtroppo sono sempre gli angeli a volare via per primi», scrive Michele.

«Con te oggi è volato via un pezzo di cuore – si legge sulla pagina del Baru’s Garage – Sei stato un amico, una roccia… come direbbero i bimbi.. il nostro guerriero Maz. È stato un onore condivide tanti momenti belli insieme, Sarai sempre con noi. Arrivederci amico»

«Ti ricorderemo sempre pieno di vita, divertente, umile e sempre disponibile per tutti – scrive Matteo – Perché la vita è un brivido che vola via. E noi tutti oggi proviamo quel brivido, che non avremmo mai voluto provare oggi».

E ancora: «Stesse passioni, amici da una vita, l’unica parola che ho è perché sempre i buoni se ne vanno? Non sarà mai un addio, sarai sempre qui con noi a insegnarci come si viveva felici». «Poco tempo fa ci siamo sentiti, ma non pensavo nemmeno lontanamente che fosse l’ultima volta – è il messaggio di Andrea -. Mi avevi rassicurato con la tua forza, mostrandomi i muscoli e con il tuo amore, che tutto procedeva bene. oggi questa notizia mi lascia senza parole, sono rimasto incredulo. E’ incredibile e inaccettabile che la vita faccia un percorso di questo tipo. troppo giovane, ancora troppo da fare e rifare per uno come te. pieno di vita, di energia. Abbiamo passato insieme l’infanzia e indelebili sono i nostri momenti».

Gli amici Matteo e Tiziano Mancini, Cristian Palmero, Mattia Speranza, Alessandro Valente, Perri Silvano e Matteo Marengo (di Bordighera) lo ricordano così: «Era un ragazzo umile sempre col sorriso sulle labbra ed una buona parola ad ogni argomento, un amico che tutti dovrebbero avere al proprio fianco leale e sincero, sempre disponibile per tutti».

Più informazioni
leggi anche
Maximilian Ballestin
Il lutto
Taggia, l’appello degli amici: auto da corsa davanti alla chiesa per salutare Maximilian Ballestin
commenta