Quantcast
Gli auguri del gruppo "volontari individuali Trucco" - Riviera24
Auguri

Gli auguri del gruppo “volontari individuali Trucco”

Per le prossime festività, a nome dei volontari formulo l'augurio di un sereno Natale ed un felice nuovo anno.

Trucco. La comunità di Trucco desidera augurare buone feste con una lettera aperta scritta da Marco Verrando, fondatore del gruppo “volontari individuali Trucco“.

«Quante volte abbiamo sentito “bisogna toccare il fondo per poter risalire”? Trucco è un bel paesino nella valle Roya, circondato da colline verdi, con un buon clima e bella gente. Attraversato dalla ss20 del Col di Tenda. Una chiesa, tre ristoranti e qualche attività di commercio di recente installazione. La vita scorreva all’ombra di Ventimiglia incentrata su sé stessa. Poi venne Alex con il suo pesante fardello di acqua e vento, si posizionò su in alto sulle Alpi e rovesciò il suo pianto gonfiando il Roya ed i torrenti vicini. Pianse così tanto che le lacrime divennero corrente e tormenta giù per le valli portando distruzione ed allagamenti, guastando la ss20, distruggendo ponti, strade, ferrovia, centrali elettriche, case, magazzini e cimiteri. Trucco vide passare tra le acque tutto ciò che le lacrime di Alex portavano con sé fino al mare su tutto il tratto compreso tra la Riviera dei Fiori e la Costa Azzurra. Venne il giorno e calato il livello del fiume si iniziato a cercare le persone disperse ed a fare la conta dei danni. Trucco era salvo, risparmiato dal pianto di Alex. O così si è pensato lì per lì. Poi, lo sguardo si è rivolto a monte, verso le Bocche. Ci si è resi conto che solo un piccolo lembo di roccia aveva salvato il paese, pochi metri di ss20 avevano fretto là dove tutto era stato eroso. Dove la strada non c’era più. Un pezzo di roccia, come la mano di Dio aveva evitato l’esondazione verso il paese. La mattina arrivarono le ruspe ed i camion carichi di pietre per ricreare la strada là dove inizia la galleria.

Io ed Antonio ci trovammo la a documentare la catastrofe scampata con un video che diventò virale sui social. Li, in quel momento ho pensato: “ci fosse stato un argine serio la strada avrebbe retto”. Un tarlo mi si è insinuato in testa e mi è venuta un’idea… Bisogna fare qualcosa! A chi chiedo aiuto? Mi vennero in mente sei nomi di persone che avevano rischiato oltre che la vita anche il lavoro. Pietro, che per tutta la notte ha pompato via acqua dal forno, Sergio, che aveva avuto l’attività di serramenti allagata, Alberto al quale la furia aveva portato via piazzale ed attrezzatura, poi Antonio che aveva appena avviato un bel ristorante con Valentina, è poi Mattia che come me aveva visto il fango lambire la sua proprietà. Mi aiutate a dare voce al paese? La risposta fu: “Si, ci siamo!”. Avevo le persone ma come mettere in pratica l’idea ancora no. Mi venne in aiuto subito Eleonora Palmero, poi Domenico Calimera i quali mi misero in contatto con la Dott.ssa De Marco la quale sentite le mie idee “non vogliamo fare politica o parole ma essere utili”, trovo la soluzione.

Volontari individuali, mi porti i moduli di adesione e potrete operare fattivamente per il bene di Trucco. Cercai allora persone disposte a prestare un po’ del loro tempo. Prime furono Katia e Raffaella, poi Sonia, Gilberto, Miriana, Valentina, Giuseppe, Alice, Antonio e Dario. Cosi iniziò l’avventura. Il primo intervento fu la pulizia dei Baussi, con sfalcio delle erbacce e raccolta dei rifiuti abbandonati. Poi toccò al torrente che costeggia la chiesa, dopo ancora alla Piazza della chiesa ed i Niggi. E ancora il vallone dei Murinai. E poi la pulizia del camposanto per il 2 novembre. In comune, grazie anche alla pubblicità del sito web di Trucco gestito da Antonio www.truccoonline.com , ed alla voce di Eleonora Palmero e Mimmo Calimera, qualcosa iniziò a muoversi. Fu così che venne sbloccato il progetto di riqualificazione del parco giochi vicino la chiesa che Marcello Bevilacqua voleva veder realizzato da ormai troppo tempo. E poi, in ultimo, è stata fatta la pulizia del vallone della chiesa verso l’alveo del fiume ad opera delle maestranze comunali. I volontari di trucco non si fermano. Abbiamo progetti di riqualificazione per Trucco che si spera di poter realizzare nel nuovo anno. Un sogno sarebbe veder realizzato l’argine del Roya ma questo non dipende da noi. Per le prossime festività, a nome dei volontari formulo l’augurio di un sereno Natale ed un felice nuovo anno.

Ringrazio tutti coloro i quali hanno reso possibile realizzare quanto fatto».

commenta