Quantcast
Al Borea ricoverati in continua crescita, in una settimana più che raddoppiate le classi in quarantena - Riviera24
Sanremo

Al Borea ricoverati in continua crescita, in una settimana più che raddoppiate le classi in quarantena

Quattro casi su cinque in terapia intensiva sono no vax

Riviera24- ospedale Borea sanremo

Sanremo. Un totale di 45 persone ricoverate, di cui 4 in terapia intensiva e 1 in rianimazione. Questi i numeri alle 12 di oggi dei posti letto occupati nel reparto di Malattie Intensive dell’ospedale Borea di Sanremo. Dati in costante crescita che se sommati a quelli dei positivi nelle scuole (+30% in una settimana), danno un quadro della situazione Covid-19 in netto peggioramento nell’Imperiese.

Nelle terapie intensive del covid-hospital della Città dei fiori, bacino di cura dei pazienti dell’intera provincia, finiscono in stragrande maggioranza non vaccinati, anche cinquantenni. Mentre tra i ricoveri “semplici”, la percentuale di vaccinati e non vaccinati torna ad allinearsi: 51% di no vax contro il 49% di vaccinati. Il dato acquisisce una connotazione fortemente negativa per i no vax quando si torna a parlare di complicazioni serie: l’80-90% dei posti in terapia intensiva è occupato da chi di vaccino e pandemia non vuol sentir parlare.

Secondo le statistiche locali, l’identikit dei vaccinati che comunque si contagiano e finiscono in ospedale è il seguente. Si tratta quasi sempre di soggetti che avevano ricevuto la seconda dose più di sei mesi fa e che erano in attesa di ricevere la terza. In particolare anziani ultrafragili e poi persone in sovrappeso che più di altre subiscono gli effetti dell’aggravarsi delle polmoniti.

Chi non si è vaccinato arriva in ospedale troppo tardi. Questo succede quando si rifiuta anche solo l’idea di essersi potuti contagiare, scambiando i sintomi del coronavirus con quelli di altre patologie più comuni. Salvo poi ricorrere alle cure dei medici a un passo dal tracollo, con l’aggravante che, nei primi periodi del manifestarsi dei sintomi, il rischio di contagiare i propri famigliari, i colleghi di lavoro o gli amici è incalcolabile. Se il trend in corso non dovesse involvere, l’Asl1 ha pronto un piano per riuscire ad ampliare a 70 i posti letto dedicati alla cura del Covid. Una soluzione che potrebbe comportare, non immediatamente ma sul medio periodo, il trasferimento di altri reparti presso i nosocomi di Imperia e Bordighera.

Scuola. Gli alunni positivi in provincia di Imperia a questa mattina sono 195. Tra il personale scolastico si contano 42 contagiati. Le classi in quarantena sfondano quota 256. Esattamente una settimana fa, mercoledì 1 dicembre, le classi in didattica a distanza erano meno della metà di oggi (101), gli alunni positivi 156 e i professori e personale Ata contagiati 32.

Capitan Vaccino. Dal 16 dicembre partono in Asl1 le vaccinazioni per i bambini dai 5 agli 11 anni. Si potranno ricevere al palasalute di Imperia e al Palafiori di Sanremo. Anche l’accoglienza sarà a misura di bambini, grazie alla presenza di Capitan Vaccino, testimonial della vaccinazione pediatrica ligure contro il Covid-19. Dal 13 dicembre alle 12 al via le prenotazioni attraverso il portale prenotovaccino.regione.liguria.it, gli sportelli Cup, il numero verde 800 938818 e le farmacie abilitate al servizio Cup.

leggi anche
riviera24 - tampone coronavirus
Il report
Scuole e Covid, 256 classi in quarantena in provincia di Imperia
Sanremo code tamponi drive through
Sanremo e provincia
Sistema tamponi al collasso, Dad forzata per le classi in presenza di un solo positivo
ospedale bordighera
Sanità
Covid, aumentano i casi in provincia di Imperia: dall’8 dicembre stop alle visite ai degenti in ospedale
coronavirus
Sanità
Liguria verso la zona Gialla, 50 mila imperiesi sono no vax
commenta