Quantcast
L'intervento

Ventimiglia, migranti dispersi sul passo della morte: salvati dai vigili del fuoco

Nella stessa zona dove ieri è stato recuperato il cadavere di un migrante

Ventimiglia. Intervento dei vigili del fuoco nella tarda serata di ieri per salvare tre migranti tunisini che rischiavano di precipitare nel burrone sottostante il “passo della morte”: il sentiero ricavato nel costone roccioso che separa Ventimiglia da Mentone. A salvare i tre giovani, in extremis, sono stati i vigili del fuoco del distaccamento di Ventimiglia, intervenuti insieme ai colleghi del Saf.

I tunisini, ormai stremati dalle forze, si erano persi nel bosco e, al buoi, rischiavano di precipitare in una delle tante gole che si trovano nell’area. Non potendo allertare l’elicottero, a causa della scarsa visibilità notturna, la squadra formata da sei vigili del fuoco intervenuta nelle ricerche, si è divisa in modo da raggiungere, il prima possibile, il gruppetto di stranieri.

Una volta recuperati, sul posto è intervenuto il personale sanitario del 118. Presenti anche i carabinieri.

Se in questa occasione, l’intervento dei soccorritori è stato decisivo per salvare la vita ai tre giovani, nella mattinata di ieri, sempre nella medesima zona, i vigili del fuoco hanno recuperato il cadavere di un uomo, giovane migrante, precipitato nel dirupo nel tentativo disperato di raggiungere la Francia.

leggi anche
Riviera24-ritrovamento cadavere Ventimiglia
La tragedia
Ventimiglia, recuperato il corpo dell’uomo precipitato nel dirupo: sarebbe un giovane migrante
commenta