Racconti della memoria

Un incontro sui Treni della felicità a La Talpa e l’Orologio

Racconti del treno che ha cambiato e rivoluzionato le vite di tanti bambini, nel bene e nel male, con Luigina Borgia, ospitata a Imperia dalla famiglia Aliprandi

Generico novembre 2021

Imperia. Un altro interessante appuntamento a La Talpa e l’Orologio, sabato 4 dicembre alle 16,30 con ‘Quando ancora ci chiamavamo compagni-I treni della felicità‘, racconti del treno che ha cambiato e rivoluzionato le vite di tanti bambini, nel bene e nel male. Un treno che unisce, che avvicina, che allontana… Ma c’è stato un momento preciso nel dopoguerra in cui il treno, i treni, erano quelli della felicità.

La felicità, in questo caso, è una casa per bambini provenienti da tragiche situazioni del Centro e Sud Italia. È il racconto delle storie di solidarietà che li vede protagonisti e che vale la pena rispolverare. È il ricordo delle famiglie del Nord Italia che, per dare continuità agli ideali della resistenza, pur non avendo grandi disponibilità economiche, hanno ospitato questi bambini per lunghi periodi, talvolta per sempre, dando loro incondizionatamente affetto e assistenza.

 

Di queste storie si parlerà  con Luigina Borgia, bambina ospitata dalla famiglia Aliprandi, proprio nella nostra città; durante l’incontro sarà proiettato un video e sarà possibile acquistare il libro “C’ero anch’io su quel treno” di Giacomo Rinaldi, in cui l’autore ha raccolto molte storie in oltre vent’anni, partendo dalla sua terra, il Tavoliere delle Puglie, e viaggiando in ogni regione d’Italia, parlando con tanti ex bambini dei «treni della felicità».

L’incontro è organizzato da Teatro dell’Attrito, La Talpa e l’Orologio e Cittadinanza Attiva di Imperia.

commenta