Quantcast
La lavanda, con il suo profumo ed il suo gusto, protagonista assoluto dei laboratori targati CNA Imperia ad OliOliva  - Riviera24
Altre News

La lavanda, con il suo profumo ed il suo gusto, protagonista assoluto dei laboratori targati CNA Imperia ad OliOliva 

Grande interesse ieri pomeriggio per gli eventi organizzati in collaborazione con l’Associazione Lavanda della Riviera dei Fiori

Si è tenuto ieri nell’Area laboratori di OliOliva un vero e proprio percorso alla scoperta della lavanda della Riviera dei fiori: un programma intenso quello proposto da CNA Imperia in collaborazione con l’Associazione Lavanda della Riviera dei Fiori ®, accolto con grande interesse e partecipazione dal pubblico presente.

Subito una presentazione a cura dell’ideatore e coordinatore del progetto Lavanda della Riviera dei Fiori®, Cesare Bollani, che ha raccontato le iniziative legate alle varie tipologie e specie di Lavanda ed alla storia di questa aromatica che fin dall’antichità si interseca profondamente con quella del nostro territorio. Poi un tuffo nel mondo dei sapori grazie gli eccellenti prodotti al profumo e gusto di lavanda, il pane alla lavanda della Panetteria Lanini di Diano Marina, i dolci del Biscottificio Gibelli di Vallecrosia, il Torrone morbido alla lavanda di Omero Agroalimentare di Ormea, il panettone natalizio e la crema spalmabile alla lavanda della pasticceria Desir De Roy di Pigna.

A seguire, lo chef Federico Lanteri dell’Osteria Martini di Pigna, protagonista del primo cooking show con una esclusiva creazione: una polenta alla lavanda, capace di esaltare tutte le caratteristiche della Lavanda Imperia con un tocco di creatività. Una polenta creata proprio con una base di acqua di lavanda, che in cottura esalta la propria parte profumata e degustativa, sormontata da una crema spalmabile dolce a base di lavanda creata da Desir De Roy di Pigna e un’altra crema a base di olio EVO e agrumi, un crumble di mais e cacao amaro. Una decorazione di fiori eduli spontanei, tra cui la calendula, la borragine e la valeriana rubra a guarnire e profumare ancor di più il piatto, per la delizia dei palati dei numerosi presenti: un artista della cucina, che raccoglie sempre stimoli diversi di gusto e che durante l’iniziativa ha osato accostamenti inconsueti, innovativi e classici al tempo stesso.

Alessandro Racca, dirigente di CNA Imperia, ha poi interpretato la Lavanda Imperia e l’olio DOP RIVIERA LIGURE in un dessert complesso ed equilibrato a base di gelato infuso alla lavanda e miele accompagnato da un crunchy al gianduja bianco, una terra di imperia alla lavanda ed un ghiaccio di lavanda con un frollino allo zucchero profumato al distillato lavanda. Alessandro, rinomato professionista reduce da alcuni impegni internazionali, non manca mai l’appuntamento con la manifestazione OliOliva, dando valore aggiunto con la propria esperienza alla divulgazione del mestiere artigiano. Particolare attenzione e stata data anche al packaging bio che custodiva la creazione in modo sicuro fino al momento del consumo.

«La Riviera dei Fiori è un territorio dai sapori unici – commenta Luciano Vazzano, segretario territoriale CNA Imperia – Con la Lavanda Imperia si possono preparare piatti nuovi e molto appetibili, portando una nota di creatività anche alle nostre tradizionali ricette liguri o a quelle classiche italiane, proprio come la polenta di oggi. La Lavanda Imperia è infatti una lavanda edibile che si sposa bene con diversi ingredienti e soprattutto con i dolci: i nostri migliori creatori hanno subito raccolto la sfida e deciso di proporre veri e propri tesori del gusto, arricchiti da grandi elementi di innovazione».

La seconda parte dell’appuntamento targato CNA ha poi proposto un racconto divulgativo sul mondo della lavanda attraverso la presentazione della Lavanda Officinalis IMPERIA creata dell’ibridatore Franco Stalla e pensata appositamente per l’utilizzo alimentare poiché totalmente priva di Canfora ed a seguire, Andrea Curto e Marco Bolognesi, rispettivamente presidente e consigliere della associazione APS Produttori Territorio Lavanda Riviera dei Fiori, hanno proposto un inaspettato momento esperienziale. I presenti hanno potuto assistere in diretta alla creazione dell’olio essenziale ed al diffondersi del suo meraviglioso profumo direttamente dall’alambicco. Prezioso infine il contributo di Claudio Pata della SanPietroLab, che ha presentato l’uso delle lavande ibride Boscomare ed Abrialis nell’uso cosmetico e benessere e per l’igiene personale, prodotti ideati per la quotidianità caratterizzati da un delicato profumo di lavanda della nostra terra. Di grande successo lo Spray Igienizzante, che si è aggiunto alla gamma di prodotti cosmetici marchiati Lavanda della Riviera dei Fiori®, che comprende la crema mani, l’acqua micellare, la crema viso tonificante e il latte detergente.

«Il progetto Lavanda della Riviera dei Fiori® è molto più di un marchio: è soprattutto un’opportunità di crescita, attraverso la sinergia tra operatori di diversi settori, dall’agricoltura al commercio, dal turismo all’artigianato, dalla cultura alla ristorazione al ricettivo», commenta Luciano Vazzano.

«La Riviera dei Fiori può diventare un territorio dai sapori e dai profumi ancora più unici: la collaborazione con l’Associazione Lavanda della Riviera dei Fiori vuole proprio valorizzare il capitale umano e culturale, che il nostro territorio è capace di esprimere, un esempio concreto di compartecipazione alla realizzazione di un obiettivo comune: raccontare la storia di una terra attraverso ciò che l’ha resa negli anni riconoscibile e ha concorso a formarne l’identità. Ringraziamo dunque tutti gli ospiti di oggi, che hanno volute partecipare con grande passione a questo obiettivo».

commenta