Quantcast
Vela e divertimento

La classe Fireball sceglie il Club Nautico Sanbàrt per la vela invernale

Sono giunti a San Bartolomeo al Mare sedici fra ragazze e ragazzi provenienti da dieci diversi circoli

Club Nautico Sanbàrt

San Bartolomeo al Mare. «Navigare in Fireball “provoca assuefazione”». Questo il pensiero delle due guide tecniche Luca Stefanini (due volte campione italiano Fireball e fresco vicecampione europeo, miglior risultato di sempre di un equipaggio italiano) e Carlo Zorzi (già campione italiano Fireball), che hanno scelto gli amici del Club Nautico Sanbàrt per un fine settimana di allenamento dopo il campionato europeo di Salivoli dello scorso settembre.

Club Nautico Sanbàrt

In questo novembre del ponente ligure, tutt’altro che malinconico, sono giunti a San Bartolomeo al Mare per un fine settimana di vela e divertimento sedici fra ragazze e ragazzi provenienti da dieci diversi circoli: LNI Chiavari, LNI Santa Margherita, CN Andora, CV Cogoleto, CN San Vincenzo, VC Campione, AVNO, CN Torino, CN Levante, CVAT Anzio.

Club Nautico Sanbàrt

Il Fireball, imbarcazione doppia molto veloce e divertente, con scafo sottile e piano velico generoso, nasce come barca da autocostruzione. Infatti, nell’intento di Peter Milne, il suo progettista, vi era la volontà di disegnare una barca che potesse essere facilmente realizzata anche da un hobbista, utilizzando fogli di compensato marino. La brezza autunnale che imperversa sul golfo ha reso divertente e movimentato il week end degli ospiti, in mare insieme alla squadra sportiva del Club Nautico Sanbàrt al gran completo, in una danza colorata e gioiosa.

Club Nautico Sanbàrt

«Abbiamo accolto con grande entusiasmo la richiesta degli amici della classe Fireball, che hanno scelto il Sanbàrt come punto di appoggio per i loro allenamenti invernali – dice Ivan Bastini, presidente del club, che aggiunge – Ci auguriamo che, grazie alla sua posizione, alle sue attrezzature e alla disponibilità del suo staff, il Sanbàrt possa confermarsi come punto di riferimento per l’attività velistica invernale anche di altre classi veliche e siamo davvero lieti di poter contribuire in questo modo allo sviluppo turistico del nostro splendido litorale, fornendo l’opportunità di conoscere San Bartolomeo ad atleti provenienti da tutta Italia».

Club Nautico Sanbàrt

Gli fa eco Enrico Solaro, direttore sportivo del Sanbàrt, che non nasconde l’entusiasmo per una stagione fredda che si preannuncia ricca di impegni per il club: «Dopo un’intensa attività estiva, che ha visto una crescita sorprendente degli iscritti alla scuola vela, nel periodo invernale il numero degli atleti facenti parte del gruppo sportivo del Sanbàrt è più che raddoppiato rispetto allo scorso anno».

Club Nautico Sanbàrt

Oltre che nella classe RSFeva, i giovani del Club Nautico di San Bartolomeo al Mare sono oggi impegnati anche nelle classi Optimist e 420. «A questi si aggiunge poi una crescente schiera di entusiaste nuove leve dei corsi di deriva per adulti” – simpaticamente denominati “corsi VM18” – aggiunge Solaro, che conclude – Fare esperienza, imparare e migliorarsi divertendosi a tutte le età: al Sanbàrt si può. Per maggiori info www.cnsbm.info».

Club Nautico Sanbàrt
commenta