Quantcast
La Cascione torna casa dell'Italia di pallanuoto, il Settebello sfida la Croazia - Riviera24
"città di imperia frecciarossa"

La Cascione torna casa dell’Italia di pallanuoto, il Settebello sfida la Croazia fotogallery

Pubblico delle grandi occasioni per l'amichevole trasmessa in diretta da Rai Sport

Italia Croazia pallanuoto cascione

Imperia. Tutto esaurito alla Felice Cascione per l’amichevole dal sapore di big match tra l’Italia di pallanuoto (campione del mondo in carica) e gli sfidanti della Croazia. La partita, trasmessa in diretta da Rai Sport, ha preso il via alle 19:30 di fronte a un pubblico delle grandi occasioni, seppur contingentato per ragioni Covid a 600 appassionati.

L’obiettivo serale degli Azzurri guidati da Ct Sandro Campagna è ripartire con il giusto slancio nella direzione dei mondiali di Fukuoka 2022 (dal 13 al 29 maggio), dando prova di voglia di riscatto dopo il deludente settimo posto raccolto alle olimpiadi di Tokyo. Raggiante in tribuna il sindaco Claudio Scajola che ieri aveva accolto una delegazione della nazionale in Comune, definendo la città di Imperia e la sua piscina, ristrutturata di recente, la seconda casa della formazione italiana.

«Benvenuti a Imperia, la città del sole, del mare e dell’olio, – ha detto il primo cittadino rivolgendosi al pubblico presente. Questa piscina è stata rinnovata dopo 24 anni e stasera, di fatto, andiamo ad inaugurare la nuova apertura di questo importante impianto per gli sportivi di tutta la Riviera e di tutta la Liguria. Nulla poteva essere più azzeccato che ospitare la nazionale oggi. Che questa partita sia di buon auspicio e che l’Italia e la Croazia tornino a sfidarsi nuovamente qui, magari per una finale».

+++Live score+++

PRIMO QUARTO: Italia 1 (Di Fulvio) – Croazia 1 (Zuvela)

SECONDO QUARTO: Italia 3 (Di Fulvio, Di Somma) – Croazia 4 (Vukicevic 2 – Buric)

TERZO QUARTO: Italia 6 (Di Fulvio, De Michelis, Fondelli)- Croazia 9 (Benic, Bukic, Duzevic, Kragic, Basic [rigore])

FINALE: Italia 11 (Di Fulvio 2, Echenique, Fondelli, Di Fulvio) – Croazia 12 (Basic, Benic 2)


Il “Città di Imperia Frecciarossa” è un evento fortemente voluto dall’amministrazione comunale e dal sindaco Scajola per celebrare anche con attività collaterali lo sport in una location suggestiva da sempre vicina alla pallanuoto ed in particolare al Settebello. «Ho convocato sia la squadra assoluta che una “papabile” formata da giovani che si sono ben distinti in campionato e nelle competizioni internazionali e che cercheremo di preparare per questo triennio, ma soprattutto per il quadriennio successivo – commenta il commissario tecnico Alessandro Campagna a Federnuoto.it – Sono giocatori che lavoreranno in orari differenti, ma staranno insieme a tutti gli altri in albergo, e formeranno la squadra che affronterà i Giochi del Mediterraneo la prossima estate. Organizzeremo ben sette collegiali durante l’inverno per curare anche la crescita individuale dei più giovani affinché possano aspirare all’eccellenza della calottina azzurra e non è detto che qualcuno possa passare dall’altra parte. Riguardo alla Nazionale maggiore, ho compiuto delle prime scelte, ma tutti hanno la possibilità di rientrare. Nessuno è fuori dal progetto, compresi quelli che non ho convocato. Gli esclusi avranno la vetrina di campionato e champions per dimostrarmi che hanno voglia di rientrare. Si guarda anche al domani; in particolar modo al gioco mostrato alle Olimpiadi che ha evidenziato determinate caratteristiche. Cerchiamo nuove soluzioni e nuovi talenti. Si riparte con la consapevolezza che c’è grande equililibrio tra le nazionali più forti del mondo e saranno i dettagli a fare la differenza. Come non ci dovevamo sentire fenomeni nel 2019 non ci dobbiamo sentire gli ultimi della classe adesso. Nel percorso c’è stata un po’ di sfortuna e c’è qualcosa da migliorare, ma si riparte con l’idea che il Settebello deve e può stare tra le grandi del mondo”. Il Settebello lavora da due giorni nella piscina Cascione: palestra e piscina per affinare le armi verso il primo test stagionale contro la Croazia, quinta a Tokyo e bronzo mondiale a Gwangju 2019 dietro a Italia e Spagna».

Italia Croazia pallanuoto cascione

Le formazioni in campo al fischio d’inizio.

Italia. Marco del lungo (capitano, 1), Francesco Di Fulvio (2), Jacopo Alesiani (3), Edoardo di Somma (4), Andrea Fondelli (5), Alessandro Velotto (6), Vincenzo Renzuto (7), Gonzalo Echenique (8), Nicholas Presciutti (9), Lorenzo Bruni (10), Luca Marziali (11), Vincenzo Dolce (12), Luca Damonte (13), Francesco De Michelis (14).

Ct. Alessandro Campagna.

Croazia. Ivan Krapic (capitano), Toni Popadic, Rino Buric, Zvonimir Butic, Jerko Marinic-Kragic, Luka Bukic, Ante Vukicevic, Franko Lazic, Marko Zuvela, Mathias BilJacka, Hrvoja Benic, Andrija Basic, Jerko Jurlina, Antonio Duzevic.

Ct. Ivica Tucak.

Arbitri Fabio Brasiliano e Marko Matijevic.

commenta