Quantcast
Sanità

Arma di Taggia, focolaio covid nella rsa Le Palme. Cure a domicilio con le monoclonali

Una dozzina di casi in struttura, tutti isolati. In Liguria è la prima volta che la terapia sperimentale viene somministrata a domicilio

Arma di Taggia. Focolaio covid tra gli ospiti della residenza protetta per anziani Le Palme, Asl1 scende in campo portando a domicilio dei malati le cure con gli anticorpi monoclonali. E’ questa la strategia decisa dal dottore Giovanni Cenderello, direttore del reparto di Malattie Infettive, per contrastare il proliferare dei contagi all’interno della casa di riposo, evitando così di sovraccaricare i posti letto dell’ospedale di Sanremo.

Contagi verificatisi tra pazienti ultra vulnerabili (una dozzina in totale), di cui un solo caso ha richiesto il ricovero per precauzione. Tutti gli anziani coinvolti erano vaccinati con seconda e terza dose. L’equipe coordinata dal dottor Cenderello farà la somministrazione di farmaci monoclonali a partire dalle 9 di domani. In Liguria Asl1 è la prima azienda sanitaria ad utilizzare la terapia sperimentale a domicilio.

(Nella foto il dottor Giovanni Cenderello)

commenta