Quantcast
Sospensione

Ventimiglia, pericolosità sociale: questore chiude locale per 17 giorni

È il terzo provvedimento in pochi mesi

Polizia di Stato Ventimiglia

Ventimiglia. La Polizia di Stato, nella mattinata odierna, ha eseguito un provvedimento di sospensione dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande del Mony Bar Caffetteria – Lounge Bar di via Gramsci, a Ventimiglia.

Il provvedimento, adottato dal questore della Provincia Imperia Giuseppe Felice Peritore ai sensi dell’art. 100 TULPS, costituisce l’esito di un’accurata attività investigativa, seguita da una serie di controlli condotti dal Commissariato cittadino. E’ stato così accertato, ancora una volta, che l’esercizio pubblico presentava caratteristiche di pericolosità sociale, in quanto luogo di ritrovo non occasionale di persone con pregiudizi penali.

I controlli hanno confermato la recidiva del titolare dell’esercizio, in quanto il locale pubblico era già stato, nell’anno precedente, e in quello in corso, destinatario di un provvedimento del medesimo tenore. In particolare, nei confronti della medesima attività commerciale erano stati già emessi altri due provvedimenti dello stesso tenore, che prevedevano la sospensione di giorni cinque. Tra gli episodi segnalati, si registra nel locale l’intervento del personale del commissariato di Ventimiglia all’inizio del mese di settembre del corrente anno, a seguito di una lite sfociata con il conseguente ferimento di un uomo, occasione nella quale emergeva che il titolare dell’attività non solo non aveva posto in essere alcun comportamento volto ad evitare la degenerazione dell’evento, ma aveva altresì consentito la consumazione di alcolici alle persone in stato di ubriachezza, non richiedendo l’intervento delle forze di polizia in occasione della lite e limitandosi ad allontanare gli individui coinvolti senza prestare soccorso al soggetto ferito.

Ancora la settimana scorsa gli agenti del commissariato ventimigliese sono intervenuti per una lite, terminata con il grave ferimento di un uomo. Anche in questa occasione il titolare ha cercato in ogni modo di occultare il fatto, e di intralciare il regolare corso delle indagini, che comunque hanno permesso di individuare l’autore del grave reato e di segnalarlo all’Autorità Giudiziaria. Il tempestivo intervento da parte della Questura di Imperia e del Commissariato di Ventimiglia ha garantito una celere risposta anche alle segnalazioni pervenute da parte di alcuni cittadini sull’esercizio pubblico in questione.

Il provvedimento del Questore prevede la chiusura dell’attività commerciale per la durata di diciassette giorni, applicando un preciso articolo di legge che consente di derogare al termine ordinario di chiusura di 15 giorni.

leggi anche
Gaetano Scullino
La dichiarazione
Questore chiude locale a Ventimiglia, sindaco Scullino: «Tolleranza zero verso degrado e disordini»
commenta