Quantcast
Ventimiglia, l'annuncio del consigliere Cristina d'Andrea: «A malincuore lascio Forza Italia» - Riviera24
La decisione

Ventimiglia, l’annuncio del consigliere Cristina d’Andrea: «A malincuore lascio Forza Italia»

Eletta tra le file degli "Azzurri", passa al gruppo misto

Cristina D'Andrea

Ventimiglia. «A mio malincuore, mi trovo costretta ad abbandonare il partito con il quale ho iniziato la mia esperienza politica e amministrativa, del quale ha fatto parte anche mio padre, un partito al quale mi sentirò sempre particolarmente legata». A dichiararlo è il consigliere comunale di maggioranza a Ventimiglia Cristina d’Andrea, che rende pubblica la sua decisione di lasciare Forza Italia: partito di cui faceva parte e con il quale ha partecipato alle elezioni amministrative comunali che hanno portato Gaetano Scullino a sedersi sullo scranno del sindaco.

Una decisione, quella di D’Andrea, presa dopo la sospensione dal partito annunciata dal commissario cittadino di Forza Italia, Franco Ventrella, a poche ore dall’ultimo consiglio comunale, che si è svolto lo scorso 30 settembre. Sospensione dovuta alla votazione favorevole, da parte della consigliera, della pratica per la realizzazione di una Coop in località Le Logge, a Ventimiglia.

«Non posso che prendere atto della mia sospensione – dichiara Cristina D’Andrea -Ricevuta senza che sia avvenuta una discussione de visu, senza che ci sia stato un confronto costruttivo e, soprattutto senza ricevere spiegazioni valide e motivate; una rottura a seguito della votazione di una pratica, che se non fosse passata, avrebbe causato conseguenze piuttosto negative sull’amministrazione ventimigliese, che riqualifica un’area, migliorandola e, che, non reputo possa essere motivo di una rottura così brusca, mal gestita e comunicata a un proprio membro, attraverso i media, in primis».

«Probabilmente era prevedibile – aggiunge D’Andrea – In quanto non si sono mai create sinergie positive e costruttive con l’attuale commissario e il direttivo subentrati a quasi due anni dalle amministrative del 2019, che non hanno minimamente contribuito alla mia elezione e, nonostante ciò io mi sono sempre resa disponibile al confronto».

«Sono sempre stata coerente nelle mie scelte ed ho sempre ragionato con attenzione e in autonomia sulle stesse poiché mi sento responsabile unicamente nei confronti dei miei elettori – conclude –  Proprio per questo “senso di responsabilità”, che penso mi contraddistingua, non condivido il modus operandi del mio partito, perciò ho deciso di collocarmi nel gruppo misto, per continuare al meglio il mio mandato, con impegno, tanta voglia di fare e di investire nella mia città, per gli elettori che hanno creduto in me e, per continuare a sostenere al meglio, il mio Sindaco, il mio assessore, la mia amministrazione e la mia maggioranza».

commenta