Quantcast
Cronaca

Sanremo, principio di incendio tra bombole del gas. Sotto accusa mozzicone non spento

I contenitori erano stoccati in sicurezza dietro un'inferriata ed in un piccolo gabbiotto: solo per il pronto intervento dei pompieri, allertati dai residenti, le fiamme non si sono propagate, causando danni infinitamente più grandi di un po' di puzza di fumo e qualche pezzo carbonizzato

Sanremo, principio di incendio vicino al negozio Liquigas di via Martiri

Sanremo. Una disattenzione che sarebbe potuto costare molto cara. Sarebbe infatti un mozzicone di sigaretta non spento l’innesco del principio di incendio all’interno del cortile della rivendita Liquigas di via Martiri. Verso l’una della notte scorsa, alcun imballaggi di carta e plastica, ha preso fuoco a pochissima distanze da parecchie bombole del gas.

I contenitori erano stoccati in sicurezza dietro un’inferriata ed in un piccolo gabbiotto: solo per il pronto intervento dei pompieri, allertati dai residenti, le fiamme non si sono propagate, causando danni infinitamente più grandi di un po’ di puzza di fumo e qualche pezzo carbonizzato. Una non improbabile esplosione di una o più bombole avrebbe potuto provocare un bilancio di devastazione per cose e persone ben più grave.

Sul posto, oltre il pompieri ed un’ambulanza a puro scopo precauzionale, sono intervenuti anche gli agenti del locale commissariato di polizia. Dalle indagini svolte dagli uomini del 115, non è emerso nessun intervento doloso nel sinistro. Radicalmente esclusa l’autocombustione, si punta il dito contro il mozzicone gettato, probabilmente dalla strada o dalla attigua via Galilei.

commenta