Quantcast
Fiamme gialle

Nascondevano più di un chilogrammo di cocaina in auto, arrestati due giovani di Sanremo

Grazie al fiuto del cane anti-droga Fabry

controlli anticovid guardia di finanza 31 dicembre

Salerno. Al posto dei bagagli, in auto, avevano più di un chilogrammo di cocaina: due giovani fidanzati residenti a Sanremo sono stati arrestati dai militari della Guardia di Finanza di Salerno, che li avevano fermati in prossimità della barriera autostradale di Mercato San Severino, a bordo della loro Fiat Punto di colore bianco.

L’auto sulla quale viaggiava la coppia, un dj sanremese e la fidanzata di origini ucraine, è stata fermata dalle Fiamme Gialle in un normale servizio di controllo del territorio per il contrasto ai traffici illeciti. Alla vista della pattuglia, la coppia di 27enni si è subito mostrata agitata, motivo per cui gli uomini al comando del capitano Raffaele Pezone hanno immediatamente proceduto ad un accurato controllo del veicolo, anche con l’ausilio di un’unità cinofila. Ed è proprio grazie al fiuto del cane anti-droga Fabry che, nel corso dell’ispezione, è stato rinvenuto, all’interno dell’abitacolo, un involucro sospetto. Il Labrador ha infatti allertato i militari, i quali, nel rimuovere la tappezzeria dello schienale, hanno trovato un pacchetto sigillato con del nastro adesivo marrone, occultato in un vano appositamente ricavato. Dall’immediato test eseguito, la polvere bianca contenuta è risultata essere cocaina. «Non è nostra, ce l’hanno messa in macchina», hanno provato a giustificarsi i due giovani: ma le scuse non sono servite, e per i fidanzati sono scattate le manette.

Oltre allo stupefacente, sono stati sottoposti a sequestro l’auto e tre cellulari, nella disponibilità dei soggetti fermati, che, su disposizione del pubblico ministero di Nocera Inferiore, sono stati tratti in arresto e tradotti presso le Case circondariali di Salerno – Fuorni e di Ariano Irpino, in provincia di Avellino.

L’arresto di entrambi, su richiesta del pubblico ministero, è stato convalidato dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Nocera Inferiore.

commenta