Quantcast
Lo Yacht Club Sanremo brilla alla Wagner Cup e 8° Trofeo Bertamini - Riviera24
Dragone

Lo Yacht Club Sanremo brilla alla Wagner Cup e 8° Trofeo Bertamini

Podio molto combattuto per una regata che era valida anche come Campionato Italiano

riviera24 - Gli atleti dello Yacht Club Sanremo

Sanremo. Diciassettesima edizione della Wagner Cup/8° Trofeo Bertamini- regata della classe Dragone, molto fortunata dal punto di vista meteo con tre giornate all’insegna di un tiepido sole e del vento che è stato sia medio-leggero nel primo giorno, che medio-forte nel secondo, tornando più leggero nella terza ed ultima giornata. Condizioni dunque perfette per tutti i partecipanti affezionati a questa manifestazione organizzata dal Circolo Vela Torbole, che ha visto ancora una volta una flotta proveniente oltre che dall’Italia, soprattutto da Germania, insieme a Gran Bretagna, Austria, Svizzera, Russia e Ungheria. Podio molto combattuto per una regata che era valida anche come Campionato Italiano e immancabile fascino di una barca che è stata olimpica dal 1948 al 1972.

Prime 5 posizioni assolutamente internazionali con 4 nazionalità diverse. Dopo 8 prove l’ha spuntata l’equipaggio tedesco su “Desert Holly” GER 62 con al timone Stephan Link insieme a Butzmann e Lipp, che hanno lasciato a 3 punti “Fever” GBR 819 di Diederichs-Scott-Jamie. Un po’ più distaccato al terzo posto l’equipaggio russo di Dmitry Samokhin su “Rocknrolla”. I primi italiani, settimi assoluti, hanno pagato una squalifica nella settima regata, che ha compromesso il podio assoluto: l’equipaggio su “Rockandrolla for Emmara”, formato dagli esperti e pluri-campioni in varie classi come Alessandro Solerio, Andrea Rachelli, Vittorio Zaoli, Chiara Magliocchetti dello Yacht Club Sanremo, sono comunque saliti sul gradino più alto del podio tricolore. Secondo equipaggio italiano Giuseppe Duca al timone di “Yanez” con Gustavo Lima e Cesare Bozzetti, terzi Giuseppe La Scala, Roberto Benedetti e Simone Dondelli sul bellissimo “Galatea II”, Baglietto in legno del 1951 e olimpica a Helsinki nel 1952, restaurata da Aprea e successivamente riallestita da regata dallo stesso la Scala.

Più informazioni
commenta