Quantcast
Palla ovale

Imperia, prima di campionato per l’under 15 dell’Union Rugby Riviera

Ci mette atleti e punti

Under 15 dell'Union Rugby Riviera

Imperia. Sabato 9 ottobre ricomincia in modo del tutto ufficiale il rugby della provincia di Imperia grazie alla discesa in campo dell’under 15 della Union Rugby Riviera. Il previsto triangolare under 15, con la partecipazione di Union, Province dell’Ovest e Savona è diventata partita a due, con le prime a contendersi la posta in palio. Del resto le Province dell’Ovest sono storica realtà del Ponente genovese, specializzata nella formazione di giovani talenti da quel vivaio, quello dei cosiddetti “orsi”, è uscito tale Pierre Bruno delle Zebre impegnate nello United Rugby Championship, nazionale a 7 giocatori e in odore di convocazione per la nazionale a 15.

«Si va in scena sabato, dunque, si può partire dal risultato finale di 43 a 33. Di fatto 7 mete e 4 trasformazioni per i padroni di casa e 5 mete con 4 quattro trasformazioni per gli ospiti. Al di là dei numeri, c’è molto di più. La Union aveva già grandi numeri quantitativi nella stagione oscura, quella della pandemia, con una under 14 debordante. Di fatto, al campo sono arrivati in 27. Gli ospiti in 16. Mantenere attenzione di tutti affinché non lascino lo sport è un primo importante risultato. Il resto lo fanno i ragazzi stessi, il gruppo e i loro tecnici, nel caso Alessandro Castaldo, giovane, ma già un veterano ed Ezio Archimede. Il gioco si è sviluppato ancora con le regole della under 14, quindi in 13 giocatori e con il campo ridotto entro le linee dei cinque metri dalla touche seguendo il lato lungo del campo. Tali impostazioni verranno meno a gennaio e così la squadra di casa potrà sfruttare al meglio la notevole larghezza del “Pino Valle”» – racconta l’Union Rugby Riviera.

«Per quanto riguarda l’aspetto tecnico sportivo, di fatto e come sempre hanno giocato tutti, con largo spazio nel secondo tempo anche per i più giovani di categoria. Si è vista una partita giocata a viso aperto con alcuni spunti offensivi interessanti nonché una buona organizzazione per la protezione della palla da parte degli apprendisti corsari. La corsa per linee verticali e l’abbondanza dei portatori di palla ha garantito l’avanzamento, ribadito con una buona preparazione atletica e una serie molto interessante di offloads, fornendo dunque un esempio di rugby di tipo australe. Fra i marcatori si sono messi in evidenza il capitano Ceccarelli e uno strabordante Ennis Pelle, noto come ottimo multiatleta, oltre alla direzione di orchestra del numero 20 Parrilla. In ogni caso tutti erano sempre al posto giusto, salvo qualche disattenzione difensiva che è plausibile a questi livelli. L’appuntamento ora è per il 16 ottobre, ancora al Pino Valle e ancora di fronte una compagine genovese, quella degli Amatori Genova» – fa sapere l’Union Rugby Riviera.

A distinta, Union Rugby Riviera si schiera con Arquà, Marchini, Naso; Balestra, Ceccarelli; Vianello, Pelle, Olivieri; Marano, Borca, Papone, Gandolfi, Luvoni; a disposizione ed entrati: Calamandrei, Goggi, Cerfogli, Semana, Antona, Bissaldi, Parrilla, Musso, Palumbo Varano, Melchiorre, Murialdo.

commenta